venerdì 15 novembre 2019

Dopo 10 figli maschi una coppia scozzese, alla fine, ha una bambina



Una coppia scozzese, dopo 10 figli maschi e 15 anni ha finalmente una
bambina. La donna è molto contenta di avere una fresenza femminile in casa.
Alexis e David Brett sono una coppia di genitori che è diventata “famosa” in Scozia per avere avuto 11 figli. La coppia ha avuto 10 maschi e poi, adesso, una bambina. Vivono in una casa con 5 camere da letto, comprano 16 pagnotte di pane e quasi 24 litri di latte a settimana.

10 maschi e poi una bambina: la famiglia scozzesa numerosa

La mamma Alexis Brett, di 39 anni, contattata dal Daily Mail, ha raccontato di quando ha saputo che dopo 10 maschi sarebbe arrivata una bambina: “Ora che Cameron è qui con noi, siamo al settimo cielo. Quando mi hanno detto che avrei avuto una femmina, ho fatto una faccia incredula”. Cameron è l’ultima, il 27 agosto, arrivata in casa ed è la più piccola di undici figli. I suoi fratelli maggiori sono tutti maschi e l’età oscilla tra i 2 ed i 17 anni: Campbell, 17, Harrison, 16, Corey, 14, Lachlan, 11, Brodie, nove, Brahn, otto, Hunter, sei, Mack, cinque, Blake, tre e Rothagaidh, due. La numerosa famiglia vive in una casa indipente con 5 camere da letto, per il momento la piccola Cameron è
Il padre David di 44 anni è un macchinista ed ha raccontato dell’impegno degli altri figli nei confronti della piccola di casa: “Sta già avendo una buona influenza sui ragazzi. Si sono comportati molto bene con lei, cercando di non parlare per non svegliarla. Vogliono anche aiutare ad intrattenerla ed a darle da mangiare. È grandioso”.
Poi Alexis ha raccontato di non volere altri figli: “Ora abbiamo intenzione di fermarci. Non avremo più bambini. L’ho detto anche l’ultima volta, ma questa volta sarà assolutamente così.  Amo la mia famiglia come è adesso”.
Quando Alexis ha scoperto di essere incinta, durante la vigilia di Natale, ha deciso di sapere il sesso del nascituro, una cosa che non ha fatto per gli altri figli: “La curiosità ha avuto la meglio su di noi. Quando ci siamo resi conto che era una bambina, siamo rimasti stupiti. Sembra sciocco perché è avevamo una probabilità di 50 e 50, ma siamo rimasti sorpresi comunque. Ci è stato chiesto se abbiamo avuto così tanti bambini perché speravamo in una femmina. Ma posso onestamente rispondere di no. Cameron non era programmata, ma sono stata comunque felice. Se fosse stato un altro ragazzo non mi sarebbe dispiaciuto”.
Con con l’arrivo di Cameron, la routine familiare dei Bretts è stata temporaneamente stravolta.
La giornata di Alexis di solito inizia un’ora dopo che suo marito va a lavorare alle 4,30 del mattino, così da avere un po’ di tempo libero prima di preparare i ragazzi per andare a scuola. Godersi un caffè e una doccia prima che il primo dei bambini si svegli per andare a scuola.
La spesa per una famiglia così numerosa è impegnativa, David va a fare la spesa tre volte a settimana che comprende nove grandi scatole di cereali, 16 pagnotte di pane, 24 litri di latte, sette chili di zucca, 100 pacchetti di patatine, 30 mele, 25 banane, 2 Kg di pasta e due tubetti di dentifricio.
Sorprendentemente, i Bretts non possiedono una lavastoviglie e Alexis lava i piatti a mano. Ogni settimana vengono fatte 80 docce o bagni e la lavatrice è sempre in funzione.
Anche papà David, al quale sei anni fa è stato diagnosticato il Parkinson, è un aiuto importante per la sua famiglia. Quando può aiuta nelle pulizie e cerca di passare del tempo con i suoi numerosi figli: “Cerco sempre di avere tempo per ciascuno dei nostri ragazzi. È difficile per noi fare una vacanza, cosa che non succede da anni. Anche le vacanze scolastiche spesso sono una prova di resistenza. Per fortuna il più delle volte sono semplicemente davanti alla Xbox o alla Nintendo Wii”.
Alexis, da che c’è tanta gente che li critica, ma lei ama la sua famiglia numerosa: “David ed io ci guardiamo a volte per dire” Che cosa abbiamo fatto? “, Ma non potremmo mai immaginare la vita con una piccola famiglia adesso”.

Nessun commento:

Posta un commento

Uccide il figlio di un mese mentre gioca alla playstation, poi chiama la moglie e confessa

Uccide il figlio  di poco più di un  mese  mentre  gioca con la PlayStation.