martedì 21 gennaio 2020

Carabiniere salva la vita a una neonata di 20 giorni che stava soffocando



Si chiama Angelo Perillo il carabiniere che ha salvato la vita a una neonata di 20 giorni che stava soffocando.



Il vice brigadiere si trovava fuori servizio mentre stava passeggiando per il quartiere Prati a Roma, quando ha sentito delle grida di aiuto provenire da un negozio di abbigliamento. Erano dei genitori di una bimba di soli venti giorni che stava soffocando. "Ho visto la neonata cianotica e con gli occhi sbarrati: abbiamo subito chiamato il 118", racconta a "Mattino Cinque" Angelo Perillo.


Aiutato dal papà della piccola il vicebrigadiere ha praticato alla neonata la manovra di Heimlich per liberare le vie respiratorie e salvare così la vita alla neonata. Dopo le delicate operazioni, la bimba ha ripreso a respirare. Un momento di grande gioia, come racconta il vicebrigadiere: "Io e il padre ci siamo commossi: siamo scoppiati a piangere". La piccola è stata portata in ospedale per accertamenti,dove è stata ricoverata,ma le sue condizioni non destano preoccupazioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Attenzione alla tachipirina. Proprio quella che date ai vostri bambini: ecco gli effetti collaterali e tossici

  Molti ne abusano e la somministrano anche ai bambini al primo accenno di febbre sotto