venerdì 31 gennaio 2020

Credevano fosse otite,bimba di 2anni scopre di avere un tumore al cervello.Il papà:"Aiutatemi a starle vicino"



Credevano fosse otite, invece era un tumore al cervello. La piccola Benedetta ha scoperto di essere gravemente malata a soli 2 anni.



 Alla bambina  è stato diagnosticato un astrocitoma pilocitico, ovvero un cancro a crescita lenta ma quando è stato scoperto era ormai in stato avanzato. Uno choc per tutta la famiglia che ha dovuto fare molti cambiamenti per aiutare Benedetta a guarire.




Il papà della bimba, di origini napoletane, si è trasferito a Genova, perché all'ospedale Gaslini i medici hanno dato loro una speranza con delle cure adeguate. Benedetta necessita di terapie continue: «È in cura chemioterapica  ,  assume per via venosa due farmaci chemio,  viene ricoverata per tre notti ogni ventun giorni e ogni settimana in day hospital per due giorni dove le somministrano via venosa un solo farmaco chemio e poi il secondo giorno valutano i valori ematici e vitali. I rischi sono altissimi ed è fondamentale valutare le difese immunitarie e i valori elettrolitici», ha spiegato il padre nella pagina GoFounfMe.

Pasquale, 54 anni, vive a Gallarate e ha, appunto, avviato una raccolta di fondi online chiedendo aiuto al web per continuare a stare vicino alla sua piccola. Dovendo stare a Genova per lei ha dovuto lasciare momentaneamente il suo lavoro. «Io sono un lavoratore autonomo e ho una attività  a Gallarate. Da due settembre non  lavoro e i costi di gestione dell'affitto e le spese, sia dello studio che di casa sono congelati, ma non cancellati, si accumulano in attesa di riprendere. Anche i debiti bancari sono congelati ma non cancellati e così l'impegno con il fisco, le tasse sono in attesa di essere pagate. I miei guadagni oggi sono a zero e questa condizione  mi obbliga a chiedervi un  aiuto urgente», ha spiegato. L'uomo spera che la bimba risponda bene alle cure, in questo caso la frequenza di accesso all'ospedale diminuirebbe consentendo loro di trasferirsi a Milano e viaggiare per lavoro e verso la Liguria, ma fino ad allora le sue condizioni sono critiche.

Il calvario di questa famiglia è iniziato lo scorso agosto, quando Benedetta ha iniziato a stare male. La piccola ha iniziato ad avere febbre e vomito, hanno sentito il parere di tre pediatri che hanno somministrato degli antibiotici credendo fosse otite, ma poi la situazione è peggiorata e hanno portato la bimba in pronto soccorso dove i medici hanno riscontrato una grande massa nella testa. Da quel momento la corsa al Gaslini e la scoperta che il tumore era inoperabile e la prospettiva di lunghe e faticose cure per lei e per tutta la famiglia.

«Benedetta  nei prossimi anni dovrà  affrontare altri interventi di rimozione  del tumore , e altre cure chemioterapiche», ha concluso Pasquale, «appena sarà  possibile, intorno  al compimento del settimo anno farà la radioterapia. Vivere questa esperienza richiede tantissima forza e calma e serenità, il vostro aiuto è indispensabile per permettermi di realizzare questo programma di assistenza paterna».

Nessun commento:

Posta un commento

Donna incinta positiva al covid-19 muore durante il cesareo.Deceduto anche il neonato

Una donna  incinta  di 37 anni positiva al  coronavirus  è  morta  in  Spagna  dopo un  cesareo d'urgenza . È successo a La Coruña,...