lunedì 20 gennaio 2020

Partorisce in casa e uccide di botte la figlia neonata,arrestata per omicidio volontario



Non ce l'ha fatta la neonata ricoverata in gravi condizioni.La piccola era venuta alla luce poche ore prima in casa ad Acilia,periferia sud di Roma.




I medici avevano riscontrato ferite compatibili con un profondo trauma cranico.A causa di questo episodio è stata fermata la madre 30enne italiana di origine svedese.La procura ha aperto un fascicolo ai suoi danni per tentato omicidio poi diventato dopo la morte omicidio volontario.




LA VICENDA
È stata fermata per omicidio la madre di un bimba partorita in casa in un appartamento di Acilia, nella zona sud di Roma, sabato scorso. Secondo quanto si è appreso la neonata sarebbe arrivata in codice rosso in ospedale e presentava gravi ferite sul corpo ed è poi morta. Sulla vicenda indaga la Procura di Roma che ha disposto il fermo della donna, trentenne italiana di origini svedese, che è attualmente detenuta agli arresti domiciliari. Resta ancora da chiarire la dinamica dei fatti e i motivi delle ferite che sarebbero compatibili con delle percosse.

Nessun commento:

Posta un commento

Miriam, morta a 5 anni: per i medici "sveniva perché era gelosa del fratellino".La mamma vuole sapere la verità

  "I medici dicevano che sveniva per lo stress, perché era gelosa del fratellino appena nato".