mercoledì 18 marzo 2020

Anche i bambini piccoli si possono ammalare gravemente di coronavirus,l'allarme di uno studio in Cina




I bambini non sono immuni dal coronavirus


Sebbene i casi di bimbi affetti dalla malattia siano, fortunatamente bassi, questo non significa che non siano da considerarsi soggetti a rischio, anzi, secondo uno studio che viene dalla Cina, potrebbero avere delle consegueze gravi dovute al virus. 



Lo studio cinese, condotto su oltre 2000 bimbi, mostra che nel 6% dei casi l'infezione è molto grave. La maggior parte dei piccoli pazienti sviluppa sintomi lievi, ma una minima percentuale tra i piccolissimi in età prescolare e neonatale rischia di ammalarsi gravemente. La ricerca pubblicata sulla rivista Pediatrics, come riporta il Corriere della Sera, ha studiato i casi proprio dove è iniziata la Pandemia e ha fornito un identikit chiaro su come i più piccoli reagiscano al virus.


Circa la metà dei bambini positivi aveva sintomi lievi vome febbre, tosse, affaticamento, congestione, nausea o diarrea. Più di un terzo ha avuto come complicazione la polmonite o problemi polmonari, ma senza riscontrare difficoltà respiratorie. Il 4% non ha avuto sintomi, ma il 6% del campione ha sviluppato una malattia grave e insufficienza respiratoria o alterazioni nel funzionamento degli organi. Un ragazzino di 14 anni è anche morto a causa del virus e il dottor Shilu Tong, autore dello studio ha affermato che sebbene i più piccoli siano meno gravi sono comunque suscettibili al covid-19.




I più colpiti sono i neonati. Il 60% del 6% dei malati avevano meno di 5 anni e molti di loro erano neonati. Il motivo è legato al fatto che il sistema respiratorio di un bimbo così piccolo è ancora in via di sviluppo e che il sistema immunitario è immaturo.




In generale gli scienziati stano cercando di capire perché i bambini siano più incolumi, una teoria che si sta discutendo è che i più piccoli esprimano meno il recettore ACE2, recettore dei virus Sars Cov. Un'altra teoria è che i polmoni dei bimbi siano più sani rispetto a quelli degli adulti e una terza ipotesi è che il sistema immunitario dei bambini non attacchi il virus in modo violento come fa quello di un soggetto adulto. Alcuni tra i casi più gravi, infatti, non sono stati causati dal virus stesso ma dall'aggressiva risposta immunitaria del soggetto colpito che ha portato un'infiammazione distruttiva. 

Nessun commento:

Posta un commento

La piccola Giorgia guarisce da una grave malattia rara.Si sveglia dalla sedazione e si trova una valanga di doni

Lunedì sulla sua torta ci saranno cinque candeline.