giovedì 30 aprile 2020

Bergamo boom di bimbi con la sindrome di Kawasaki,possibile effetto collaterale del coronavirus?



Un probabile effetto "collaterale" del coronavirus, inquietante e spiazzante. Un effetto collaterale che dimostra quanto del Covid-19 sappiamo davvero poco. 




I funzionari dell'Nhs, il sistema sanitario nazionale, hanno informato i medici di base di Londra del fatto che "nelle ultime tre settimane si è registrato un aumento apparente di casi di infiammazione sistemica che ha necessitato il ricovero in terapia intensiva nei bambini di tutte le età, a Londra e in altre regioni del Regno Unito,come riporta il The Guardian . I casi hanno in comune una sovrapposizione di sintomi della sindrome da choc tossicologico e della malattia di Kawasaki atipica, con parametri ematologici consistenti con un quadro clinico severo da Covid". 


Il punto però è che un fenomeno identico si sta registrando anche in Italia. Ne dà conto il Fatto Quotidiano, che svela i casi di bimbi che hanno sviluppato una infiammazione dei vasi sanguigni probabilmente in seguito ad aver contratto il coronavirus: si tratta di una patologia simile alla cosiddetta malattia di Kawasaki, una vasculite sistemica febbrile rara che colpisce i bambini per lo più fino ai 5 anni e con una media di 8 casi su 100mila. 


La sindrome di Kawasaki è caratterizzata dall'infiammazione dei vasi sanguigni di medie dimensioni, nei casi più gravi associata ad aneurismi delle arterie coronarie che, se non trattati, possono essere mortali. Nei Paesi sviluppati, è la causa più comune di cardiopatia acquisita nei bambini e se non adeguatamente curata costituisce un fattore di rischio per la cardiopatia ischemica nell'età adulta.

Nessun commento:

Posta un commento

Influenza, vaccino raccomandato e gratis per bimbi e over 60. Ministero: «Anticipare a ottobre»

Vaccinazione  antinfluenzale raccomandata e gratuita a tutti i bambini da 6 mesi a 6 anni, e non solo ai piccoli che presentino partico...