mercoledì 13 maggio 2020

E' stato APPROVATO il "Reddito di Emergenza". Ecco a chi spetta e come farne domanda



Il Reddito di Emergenza è una misura straordinaria che resterà in vigore fino a quando non
cesserà la crisi economica indotta dalla pandemia Covid-19.
Un sostegno che verrà riconosciuto a tutta quella platea di più deboli che non percepiscono ammortizzatori sociali, quali il reddito di cittadinanza.
Ecco come presentare la domanda all’INPS.

Decreto Rilancio: in arriva il Reddito di Emergenza per le famiglie in difficoltà

Per fronteggiare l'emergenza Coronavirus arriva anche il Reddito di emergenza 2020 per i disoccupati, per chi non ha un reddito e per chi non ha un lavoro regolare.
Si tratta di una misura di sostegno economico al reddito per aiutare le famiglie in difficoltà economica che non accedono ad altri aiuti, tra cui il Reddito di Cittadinanza.
Il Reddito di Emergenza 2020 rientra nel pacchetto di ammortizzatori sociali e di misure per il lavoro che fa parte del Decreto Rilancio, contenente tutti gli interventi previsti per la cosiddetta Fase 2.

Reddito di emergenza per le famiglie in difficoltà: requisiti

Il Reddito di Emergenza ha l'obiettivo di sostenere le famiglie escluse dalle altre misure messe in atto dopo l’emergenza Coronavirus.
Ecco i requisiti per richiedere il Reddito di Emergenza:
- residenza in Italia;
- valore Isee inferiore a 15mila euro;
- un valore del reddito familiare del richiedente inferiore al valore del reddito di emergenza stesso;
- un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a 10.000 euro, accresciuta di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20.000 euro.
Nel caso di nuclei familiari che percepiscono il Reddito di cittadinanza, il Rem può essere richiesto ad integrazione della somma già percepita a patto che non superi il limite dello stesso Rem.

Reddito emergenza, soggetti esclusi

Sono esclusi dal Reddito di Emergenza coloro che già rientrano nelle coperture definite dal Decreto Cura Italia.
Come si legge dalla bozza del Decreto Rilancio non hanno diritto al Reddito di Emergenza i soggetti che si trovano in stato detentivo e neppure coloro che sono ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica.

Reddito di Emergenza: importo

Il Reddito di Emergenza è un contributo economico, di importo compreso tra 400 e 800 euro, variabile in base alla composizione del nucleo familiare.

Reddito di Emergenza: come presentare la domanda?

Il Reddito di Emergenza potrà essere richiesto presentando la domanda tramite modulo INPS ed avrà una durata complessiva di 3 mesi.
Basta collegarsi al sito www.inps.it dove sarà predisposta una apposita sezione Reddito di Emergenza con il Modulo scaricabile da compilare e utilizzare per presentare la domanda in via telematica.
La bozza del Decreto Rilancio prevede che le istanze del Reddito di Emergenza possano essere presentate entro il 30 giugno o 31 luglio.

Domanda Reddito Emergenza: utilizza i servizi INPS Online

Per presentare la Domanda per richiedere il Reddito di Emergenza è necessario utilizzare i servizi INPS online autenticandosi mediante PIN INPS, identità SPID, Carta nazionale dei servizi (CNS) e Carta di identità elettronica (CIE).
L’INPS mette a disposizione anche altre modalità non telematiche per richiedere le prestazioni, attraverso Contact Center integrato e i servizi gratuiti dei Patronati.

Nessun commento:

Posta un commento

L'infinita notte di una mamma

  L'infinita  notte di una mamma ha inizio al calar del sole,quando gli altri iniziano a chiudere gli occhi per addormentarsi,mentre tu ...