giovedì 2 luglio 2020

Gemelli uccisi dal padre, sabato i funerali di Elena e Diego nella chiesa dove facevano catechismo




Sarà sabato prossimo l'addio a Elena e Diego, i gemellini di 12 anni uccisi dal papà Mario Bressi, che poi si è suicidato, nella loro casa di vacanze a Margno, nel Lecchese. 



Dopo l'autopsia eseguita dall'anatomopatologo Paolo Tricomi, su incarico del procuratore di Lecco Antonio Chiappani e del pm Andrea Figoni che conducono le indagini, ieri i loro corpi sono stati restituiti alla mamma Daniela ed è stata organizzata la celebrazione. I funerali si svolgeranno alle dieci, non in chiesa ma nel campo sportivo di Gessate, il comune del Milanese dove vivevano, in modo da far partecipare un numero più alto di persone.


D'altronde la tragedia che è accaduta ha lasciato sotto choc la cittadina dove tutti conoscevano i bambini. In tanti, è facile pensare, vorranno partecipare alla cerimonia, come in tanti nei giorni scorsi hanno voluto portare fiori o messaggi d'addio davanti alla loro casa. A celebrare la funzione, a cui sarà presente anche il sindaco Lucia Mantegazza, sarà don Matteo Galli, parroco della chiesa dei Santi Pietro e Paolo che Elena e Diego frequentavano e dove facevano catechismo. Alla celebrazione non sarà permesso l'ingresso alle telecamere per volere della famiglia. Nel frattempo, proseguono le indagini. Si continua a cercare il cellulare di Mario.


Sotto esame sono anche i pc del quarantacinquenne, sequestrati a casa e nell'ufficio dell'azienda dove lavorava come responsabile qualità da anni, mentre si dovrà ancora aspettare qualche giorno per il risultato degli esami tossicologici su Elena e Diego, che permetterà di sapere se sono stati sedati prima di essere strangolati. Ieri a Margno si è svolta una veglia commossa per i due bambini. Molti hanno partecipato in marcia (da percorsi diversi) verso la chiesa di Santa Caterina in località Bagnala, dove don Bruno Maggioni, con la voce rotta a più riprese, ha celebrato la funzione ricordando Elena e Diego, simboleggiati da due palloncini, uno rosa e uno azzurro.

Nessun commento:

Posta un commento

Uccide di botte la figlia di 2 anni della compagna perché non sa usare il vasino

  Un uomo è accusato di aver ucciso la figliastra di due anni picchiandola 60 volte per non aver usato il vasino.  Anton   Proskurin  avrebb...