venerdì 7 agosto 2020

Coronavirus, il duplice dramma di una madre: in coma, ignora la morte del figlio 18enne



Muhammad Bilal Zeb, 18 anni, di Bradford, è stato dichiarato morto sul posto nel fiume
Yorkshire Dales dopo aver fatto una nuotata nel giorno più caldo dell’anno. Ora sua madre è in terapia intensiva e ignara della sua morte

Avevamo già riportato la notizia della morte di Muhammad Bilal Zeb, il 18enne annegato il 31 luglio, il giorno più caldo dell’anno, nel fiume Wharfe, presso le cascate di Grassington. La prima causa ipotizzata dalle autorità locali è stata la forza delle correnti subacquee, che combinate con la presenza delle rocce sott’acqua rendono il fiume Wharfe uno dei più pericolosi al mondo. Muhammad è deceduto 5 settimane dopo il suo matrimonio.

Martyn Hughes, del servizio antincendio e di salvataggio del North Yorkshire, ha twittato: “Nonostante gli sforzi frenetici di molti, non siamo stati in grado di salvare il giovane. Penso moltissimo alla sua famiglia e ai suoi amici. Purtroppo un’altra morte legata all’acqua in uno dei nostri punti di bellezza naturali”. L’operazione di salvataggio, infatti, ha coinvolto 14 specialisti impegnati nel salvataggio di Muhammad per due ore e mezza, ma purtroppo per lui non c’è stato più nulla da fare.

La madre in terapia intensiva è ignara della morte del figlio


La madre dell’adolescente è attualmente in terapia intensiva per combattere contro il coronavirus, ed essendo ancora in coma indotto è totalmente ignara del fatto che il figlio sia morto.

Una pagina facebook di riti funebri, Janaza Announcement, ha dedicato un post facebook alla morte di Muhammad, aggiungendo  la madre dell’adolescente è attualmente in terapia intensiva per combattere il Covid-19 e non sa della morte di suo figlio: “Potete tutti pregare per sua madre che è in terapia intensiva a Manchester da tre settimane per aver contratto il Covid-19”; Migliaia di persone hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia dopo la tragedia.
Un amico di Muhammad ha detto: “Era una persona molto gentile. Ho registrato il suo film sul matrimonio. Non riesco a fermare le lacrime“.


Nessun commento:

Posta un commento

Uccide la moglie sparandole in strada e poi si toglie la vita: la coppia si stava separando

Uccide la moglie e poi si ammazza.  Omicidio-suicidio questa sera poco prima delle 19 in via Druento a Venaria, comune alle porte di  T...