giovedì 20 agosto 2020

Viviana Parisi e Gioele, un investigatore: «Quello che voleva fare alla Piramide forse l'ha fatto nel bosco»





Ci sono molti punti oscuri nel giallo di Caronia, a partire dal viaggio intrapreso da Viviana Parisi e dal figlio Gioele




Daniele Mondello non era a conoscenza del desiderio della moglie di andare alla Piramide della Luce Motta d'Affermo, ma potrebbe essere stato quel luogo mistico la destinazione della dj il 3 agosto scorso. «Forse quello che Viviana voleva fare alla Piramide l'ha fatto nel bosco dopo l'incidente», è la frase di un investigatore che avvalorerebbe l'ipotesi dell'omicidio-suicidio.




La famiglia esclude che Viviana possa aver fatto del male al bambino, ma compito degli inquirenti è comprendere se gli animali selvatici siano intervenuti prima o dopo la morte lacerando e sfigurando i corpi trovati in quel fazzoletto di terra nei boschi di Caronia. Viviana soffriva di paranoie e manie di persecuzione stando al certificato medico dell'ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto dove la donna era stata ricoverata lo scorso marzo. Il lockdown avrebbe accentuato la sua patologia e inspirato una nuova spiritualità.





Alla Piramide della Luce avrebbe dovuto compiere uno strano rituale? Probabilmente l'incidente avvenuto poco prima di far perdere le sue tracce potrebbe avere accelerato il tutto in un luogo diverso dalla Piramide. Per la criminologa Roberta Bruzzone, infatti, quello di Viviana nella sua mente sarebbe stato un viaggio di non ritorno. Un piano preventivato che giustificherebbe la bugia al marito la mattina del 3 agosto e che sarebbe stato portato a termine in anticipo a causa dell'incidente automobilistico. 




La Piramide di cui parla l'investigatore è un luogo "mistico", teatro delle cerimonie spirituali del solstizio d'estate a Motta d'Affermo, a una trentina di chilometri da Caronia. Per chi crede agli influssi magici ed esoterici si tratta di un luogo intriso di spiritualità. Daniele Mondello si rifiuta di credere che la moglie abbia ucciso Gioele: «Io e Viviana avevamo recuperato la serenità, anche perché lei era felice per aver ritrovato il lavoro. Il 3 agosto abbiamo fatto colazione assieme a Gioele, poi lei mi ha detto che andava a Milazzo. Ma sapevo che aveva voglia di andare anche alla Piramide della luce, l'aveva detto a mio fratello e a mia cognata. Quel giorno non si è portata il telefono perché si appoggiava sempre a me». 

Nessun commento:

Posta un commento

Uccide la moglie sparandole in strada e poi si toglie la vita: la coppia si stava separando

Uccide la moglie e poi si ammazza.  Omicidio-suicidio questa sera poco prima delle 19 in via Druento a Venaria, comune alle porte di  T...