martedì 15 settembre 2020

Arezzo, genitori convocati all'asilo per cambiare i pannolini: manca il personale





Manca il personale, quindi, quando il bambino fa i bisogni, la scuola convoca i genitori per cambiargli il pannolino. 




E' quanto prevede il protocollo per il ritorno in aula stilato dall’Istituto Comprensivo "Raffaello Magiotti" di Montevarchi (Arezzo). Mamme e papà - o loro delegati - devono, dunque, recarsi all'asilo e portare i bambini fuori dall’edificio per la pulizia a causa dell’alto "rischio biologico". Non è tardata ad arrivare la protesta dei genitori. Varie le lamentele avanzate. Alla fine, tramite l'intervento del sindaco, si è riusciti a trovare un compromesso: a turno ci saranno volontari fissi di supporto.



Le lamentele dei genitori - Come riporta La Nazione, i genitori lamentavano l'impossibilità di recarsi all'asilo in breve tempo per chi lavora o per chi non può contare su una rete parentale disponibile. Ma erano anche preoccupati di dover cambiare i bambini all'esterno in pieno inverno.



La soluzione - La sindaca Silvia Chiassai Martini ha contattato la dirigente scolastica Laura Debolini per trovare una soluzione. Considerando la mancanza di personale - non solo quello promesso per implementare gli organici nell'emergenza Covid, ma anche l'ordinario - e in attesa di un potenziamento di quest'ultimo, si è pensato di chiedere l'aiuto di volontari. 



"Di concerto con la dirigente, abbiamo ipotizzato attraverso l'aiuto di volontari, anche gli stessi genitori, di avere una persona all'interno delle due scuole materne (la Staccia Buratta e Il Giglio dell'Istituto Comprensivo "Raffaello Magiotti", ndr) che permetterà agli operatori di portare avanti tutte le procedure più complicate e dispendiose dal punto di vista del tempo. E che al momento non possono essere attuate. Ringrazio quindi i genitori per la loro disponibilità perché sono venuti incontro a una scelta dirigenziale dettata esclusivamente dalla mancanza di personale", ha detto la sindaca in un video su Facebook.

Nessun commento:

Posta un commento

I pediatri: il sistema-scuola non funziona Troppi cinque giorni per un tampone

  Il sistema organizzativo dei tamponi per rilevare l'eventuale positività al coronavirus degli studenti "non sta funzionando: i te...