mercoledì 9 settembre 2020

Soffocò a morte la figlioletta di tre mesi e mezzo: papà 33enne condannato all'ergastolo





Un uomo di 33 anni, Giuseppe Difonzo, è stato condannato alla pena dell'ergastolo dalla Corte d'assise di Appello di Bari per aver ucciso, la notte tra il 12 e il 13 febbraio 2016, la figlioletta di tre mesi e mezzo che era ricoverata in un letto di ospedale al pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Accolta la tesi dell'accusa, secondo cui Difonzo uccise la figlia per soffocamento.




Una pena più severa rispetto ai 16 anni inflitti in primo grado per omicidio preterintenzionale, sentenza a cui ha fatto ricorso la Procura di Bari. La bambina aveva avuto un'esistenza tribolata: nei suoi tre mesi e mezzo di vita per 67 giorni era stata in vari ospedali perché aveva problemi di respirazione. Per i giudici Difonzo è responsabile di omicidio volontario premeditato e di due tentati omicidi: per l'accusa i ricoveri sono imputabili sempre a Difonzo che è accusato di aver tentato due volte di uccidere la figlia. Nel giudizio era costituita come parte civile la madre della bambina. 

Nessun commento:

Posta un commento

Bonus sociale, cos’è e a chi spetta: tutto ciò che c’è da sapere sullo sconto in bolletta

Il  bonus sociale  cambia dal primo gennaio 2021. Da che cos’è a chi ne ha diritto a come si ottiene: ecco tutto quello che c’è da sap...