mercoledì 30 settembre 2020

Napoli,bambino di 11 anni si lancia dal balcone,"un gioco suicida". L'ultimo messaggio: «Devo seguire l'uomo nero»


 


Un bambino di appena 11 anni è morto Napoli lanciandosi dal balcone di casa, al decimo piano di un palazzo in via Mergellina. 



Il corpo del giovanissimo è stato recuperato dal ballatoio di un appartamento al piano terra dagli uomini del 118 poco prima dell'una di notte, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. 



La Polizia di Stato e la Procura, che stanno indagando sull'accaduto, ipotizzano il reato di istigazione al suicidio.



Il ragazzo, prima di compiere il gesto, avrebbe lasciato un bigliettino con il quale chiede scusa alla mamma e nel quale fa riferimento a uno stato di paura vissuto, secondo quanto si apprende, nelle ultime ore di vita. L'undicenne allude, in particolare, a un uomo nero, e gli inquirenti non escludono possa essere stato vittima dei cosiddetti «challenge dell'orrore», del tipo «blue whale», un gioco che si svolge totalmente on-line, che comprende atti di autolesionismo e anche, alla fine, il suicidio.




Secondo quanto emerso finora, come riporta Il Mattino, sembra che il bambino, residente con la famiglia nel quartiere Chiaia della città, fosse sano e felice, praticava sport ed era perfettamente integrato.

Nessun commento:

Posta un commento

Babysitter tortura il figlio della sua migliore amica di 18 mesi: «Per mesi lo ha trattato come un prigioniero»

  Torturava il figlio della sua migliore amica  mentre lei era a  lavoro.