lunedì 21 settembre 2020

Trapianto su un bimba di 17 mesi affetta da leucemia e positiva al Covid


 


Una bimba di 17 mesi, risultata positiva al Covid e affetta da una grave forma di leucemia, è stata sottoposta a un trapianto.


Lo scorso dicembre, quando aveva solo 9 mesi, è stato diagnosticato alla bambina una leucemia e sono iniziate tempestivamente le cure con un ciclo di chemioterapia. A marzo, con l’epidemia Covid, è stata contagiata dal virus. I tamponi effettuati nel corso degli ultimi mesi continuavano a dare esito positivo e le cure somministrate alla bambina non avevano effetto.


I rischi per la bambina erano troppo elevati i medici hanno deciso di intervenire con un trapianto. L’intervento è stato rischioso perché l’unico donatore che che è stato possibile selezionare è stato il padre, compatibile al 50 per cento.


“Non avevamo scelta, perciò abbiamo preso il coraggio a quattro mani e abbiamo deciso di andare avanti” spiega Veronica Tintori, responsabile della sezione trapianti ematopoietici del Centro di Eccellenza di oncologia ed ematologia presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.


Il trapianto è riuscito con successo e finalmente anche il tampone della bimba ha dato esito negativo. Si è trattato di un intervento senza precedenti in Italia.

Nessun commento:

Posta un commento

Mamma tentò di uccidere i suoi due figli per ottenere i soldi dell'assicurazione: condannata

La donna era salita a bordo dell'auto imboccando una strada in discesa, poi si era lanciata fuori dalla vettura con l'intento di far...