lunedì 23 novembre 2020

Sondrio, una 46enne tenta di suicidarsi con i figli: salvata dai bambini


 


Voleva suicidarsi con i suoi due figli ma è stata salvata dai bambini, un maschietto di sei anni e la sorella di otto. 


Adesso la donna, una 46enne di Ardenno (Sondrio), è accusata di duplice tentato omicidio aggravato e di strage. I bambini erano appena andati a letto nella loro cameretta per il riposino pomeridiano quando hanno sentito un forte odore di gas. La mamma aveva tagliato il tubo del gas in cucina e chiuso tutte le finestre di casa.


L'intervento dei due fratellini - L'episodio, che risale alla fine di ottobre, è stato reso pubblico soltanto ora dal Comando provinciale dell'Arma di Sondrio, che ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare del gip del tribunale del capoluogo a carico della donna. Fortunatamente i bambini hanno evitato il peggio perché sono intervenuti subito, appena sentito il forte odore di gas. Hanno visto la madre a terra, priva di conoscenza, si sono coperti il viso con le magliette e sono usciti di casa per chiedere aiuto a un vicino. 


Aiutati da un vicino - L'uomo si è subito reso conto della situazione e ha staccato luce e gas per evitare che la villetta in cui i bambini vivevano con la mamma (separata dal marito) esplodesse. La donna è stata portata in salvo dai figli con l'aiuto del vicino prima ancora dell'arrivo dei soccorsi. Poi sono arrivati i vigili del fuoco, le ambulanze e i carabinieri di Ardenno, che hanno fermato la donna a poca distanza dall'abitazione, mentre cercava di allontanarsi.


I bambini in una comunità protetta - La 46enne, che in paese faceva qualche lavoro occasionale e non era mai stata seguita per disturbi mentali, era inizialmente stata accompagnata in ospedale con i suoi bambini, subito dimessi. Ora si trova in una struttura in Valtellina, dalla quale non può allontanarsi su ordine del giudice. I due fratellini sono invece stati affidati a una comunità protetta della Valchiavenna su disposizione della Procura presso il Tribunale dei minori di Milano. 


Il sindaco: "Speriamo di aiutare lei e i bambini" - Dispiace molto per l'accaduto - dice Laura Bonat, sindaco di Ardenno -. E' una storia molto dolorosa. Si sarà sicuramente trattato di un forte momento di scoramento che ha avuto il sopravvento sulla donna, per spingerla al punto di voler toglier la vita, oltre che a se stessa, anche ai due bambini. Prima, come Comune, non abbiamo avuto segnalazioni di una situazione tanto grave. Speriamo sia possibile ora aiutare lei e anche i bimbi, visto che non è stato possibile farlo prima". 

Nessun commento:

Posta un commento

Mamma di quattro figli stroncata a trent'anni da un aneurisma, donati gli organi

  A soli trent'anni è stata stroncata da un aneurisma cerebrale. Una tragedia che ha spezzato la vita di una giovane mamma di quattro ba...