sabato 14 agosto 2021

Seguace di QAnon uccide i figli di 2 anni e 10 mesi: «Avevano dna di serpente, sarebbero diventati dei mostri»


 


Era convinto che i suoi figli, crescendo, sarebbero diventati dei mostri, per questo ha deciso di ucciderli. 



Il 40enne Matthew Taylor Coleman ha confessato agli agenti dell'Fbi di aver assassinato i suoi due figli, Kaleo, di 2 anni, e Ruby Rain di soli dieci mesi. Il papà, adepto di QAnon avrebbe portato i bambini da Santa Barbara, in California, dove vivevano, fino in Messico per poterli uccidere.



L'arma usata dal padre è stata un fucile da pesca che ha causato la morte immediata dei bambini. La prima a lanciare l'allarme è stata la moglie preoccupata dal fatto che l'uomo, dopo aver portato con sé i piccoli, non rispondeva più al telefono. Grazie alla geolocalizzazione del telefono ha scoperto che era in Messico e proprio lì sono proseguite le indagini fino a quando gli agenti non hanno arrestato l'assassino al confine.


 


Coleman ha immediatamente confessato il duplice delitto: «Avevano dna di serpente. Crescendo sarebbero diventati dei mostri così ho dovuto ucciderli», ha affermato, aggiungendo: «era l'unica linea d'azione che avrebbe salvato il mondo». Quella dei rettiliani è una delle teorie complottiste più note negli Stati Uniti. Alcuni credono che queste creature possano innescare una guerra contro il genere umano e causarne lo sterminio, per questo il loro scopo è eliminarli. Regina Elisabetta, Mick Jagger o Barack Obama sarebbero in realtà delle lucertole antropomorfe, secondo questi complottisti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Quando inizia la produzione di colostro durante la gravidanza?

Se anche voi avete avuto un bambino in passato, saprete benissimo   cosa sia il colostro . Se invece vi trovate a far fronte alla vostra pri...