mercoledì 1 settembre 2021

In Texas entra in vigore la "Legge sull'aborto": è vietato interrompere la gravidanza dopo sei settimane


 


A partire da oggi, nello stato del Texas, USA, entra in vigore la cosiddetta legge sull'aborto: le donne non potranno praticare l'aborto dopo le sei settimane. 




La legge era stata proposta lo scorso maggio dal governatore Greg Abbot e sarebbe diventata definitiva proprio a settembre, salvo eventuali intervenuti del tribunale che avrebbero potuto bloccare l'iter. Un passo indietro epocale nella tutela del diritto di ogni donna a interrompere la gravidanza sancito nel Paese dallo storico caso del 1973 di Roe v. Wade.




Nessun intervento della Corte Suprema per bloccare la nuova normativa definita "legge del battito cardiaco": un passo indietro epocale nella tutela del diritto di ogni donna a interrompere la gravidanza sancito nel Paese dallo storico caso del 1973 di Roe v. Wade.




Arrivano subito i primi commenti negativi da chi, di fronte alla legge, non si sente libero. Ad esempio, il gruppo statunitense per la salute delle donne Planned Parenthood ha condannato il divieto, e su Twitter ha scritto: «Non importa cosa, non ci stiamo tirando indietro e stiamo ancora combattendo. Tutti meritano l'accesso all'aborto».

Nessun commento:

Posta un commento

Far addormentare il bebè in un minuto con la tecnica del 4-7-8

Se avete delle difficoltà a far addormentare vostro figlio, la tecnica del 4-7-8 lo aiuterà a rilassarsi e conciliare il sonno.