lunedì 15 marzo 2021

Bonus Luce e Gas 2021, ora sono automatici. I requisiti per ottenerlo.




Dal 2021 i bonus sociali per le famiglie in disagio economico vengono riconosciuti in modo automatico senza la necessità di farne richiesta.

Sarà sufficiente compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per poter accedere allo sconto sulle bollette di luce, gas e acqua. 


Rispetto al passato, dunque, sarà superato il meccanismo del bonus ottenibile solo su richiesta, a causa del quale lo sconto era stato erogato soltanto a un terzo dei beneficiari potenziali. Quali sono i requisiti da rispettare per poter accedere ai contributi statali previsti, che dovrebbero essere garantiti automaticamente a ben 2,6 milioni di famiglie? Di seguito saranno presentati i cambiamenti attivi dal 1° gennaio 2021.


Come funzioneranno i bonus automatici luce, gas e acqua

Il riconoscimento automatico dei cosiddetti “bonus sociali”, che consisterà in uno sconto applicato direttamente sulle bollette di luce, gas e acqua, spetta alle famiglie che si trovano in condizioni di disagio economico, ovvero quelle che hanno un ISEE inferiore agli 8.265 euro. La riduzione delle spese relative alle utenze domestiche potrà essere ottenuta semplicemente compilando la DSU ai fini dell’ISEE. 


I bonus avranno una durata totale di 12 mesi. Sono stati fissati, tenendo conto delle osservazioni del Garante per la Protezione dei Dati Personali, quelle che sono le modalità di erogazione dei vari bonus, per i quali sono previste anche eventuali quote maturate nei mesi passati.


I cambiamenti rispetto al 2020

Per avere accesso ai bonus sociali, fino al 2020 era necessario presentare la relativa domanda al proprio Comune di residenza o al CAF, e allegare la documentazione prevista. Oggi, con la sola presentazione della DSU, l’INPS procederà con l’invio automatico dei dati al SII, il Sistema Informativo Integrato, che contiene tutte le informazioni relative alla forniture di energia, gas e acqua. Dall’incrocio di tali dati sarà possibile verificare quali siano i nuclei familiari rientranti tra i beneficiari delle agevolazioni e procedere con l’erogazione dei contributi previsti. 


Per quanto riguarda, invece, il bonus elettrico che si riceve per il disagio fisico, ovvero l’agevolazione spettante ai soggetti che utilizzano apparecchiature elettromedicali salvavita a causa delle loro condizioni di salute, si dovrà continuare con la presentazione dell’apposita richiesta ai Comuni o al CAF.

Quali sono le condizioni relative al bonus per disagio economico

Le famiglie che potranno ottenere i bonus luce, gas e acqua dovranno avere un ISEE non superiore a 8.265 euro. Nel caso di nuclei familiari nei quali siano presenti almeno 4 figli, il reddito ISEE da non superare sarà invece pari a 20.000 euro. Il contributo potrà essere erogato anche ai beneficiari del reddito o della pensione di cittadinanza: l’importante è che in casa si abbia all’attivo una fornitura elettrica, di gas o idrica per usi domestici, che nel caso del gas e dell’acqua potrà anche essere di tipo centralizzato. 


Il singolo cliente avrà la possibilità di verificare che il bonus venga effettivamente applicato in bolletta, in quanto, per ragioni di chiarezza e trasparenza, il fornitore dovrà metterlo in evidenza con una voce specifica.

Modalità e tempistiche di erogazione

Nell’ipotesi in cui uno dei componenti del nucleo familiare che ha diritto a ricevere i bonus sociali automatici sia l’intestatario di una fornitura per usi domestici, lo sconto viene applicato direttamente sulla bolletta relativa all’utenza. Qualora, invece, si usufruisca di una fornitura di tipo condominiale, la situazione è ben diversa. Nel caso del bonus idrico si riceverà un assegno circolare intestato alla persona che ha presentato la DSU, mentre per il bonus gas l’importo sarà erogato tramite bonifico domiciliato intestato sempre alla persona che ha presentato la DSU, il quale potrà essere ritirato presso un qualunque sportello di Poste italiane, nel rispetto dei tempi che saranno comunicati ai diretti interessati. 


Il bonus continuerà a essere erogato anche nel caso in cui si decida di passare a un nuovo fornitore, perché per esempio è stata individuata un’offerta del mercato libero più conveniente tramite il meccanismo della comparazione. Nell’ipotesi di voltura, invece, l’importo restante del bonus che non è stato ancora ricevuto dall’utente sarà erogato tutto in un’unica soluzione.

Nessun commento:

Posta un commento

Michela Coppa è in dolce attesa: mamma a fine estate

  Si allarga la schiera delle vip in dolce attesa! Michela Coppa ha annunciato sui social di essere incinta: da due settimane è entrata nel ...