mercoledì 23 giugno 2021

Denise Pipitone, Piera Maggio a Storie Italiane: «Ovunque si trovi, spero che stia bene». Commozione per la lettera del figlio Kevin


 


Piera Maggio interviene a Storie Italiane per parlare della figlia Denise Pipitone. 



Il caso è tornato alla ribalta mediatica da settimane e la donna ha sempre invitato alla cautela e al rispetto. In collegamento con Eleonora Daniele ribadisce che non si arrenderà fino a quando non si arriverà alla verità. Intanto le indagini proseguono dopo numerose segnalazioni. Denise è scomparsa 17 anni fa da Mazara del Vallo. 



Non appena viene ripristinato il collegamento viene mandato in onda un messaggio registrato ieri dalla mamma di Mauro Romano, il bambino scomparso 44 anni fa e il cui caso sembra essere arrivato a una svolta positiva. «Ce la farai, sii forte», le parole della donna per Piera Maggio. «Ringrazio Bianca per le sue parole e le auguro anche io che la sua storia arrivi a una fine. Un conto è metabolizzare il dramma, un altro è vivere sospesi», la risposta di Piera Maggio. 


 


«Il trauma è stato talmente forte - spiega Piera Maggio riferendosi alla scomparsa della figlia - che ho vuoti nella mia memoria, mi mancano dei pezzi di vita. Siamo mamme e la mia forza è stata dimostrata in tutti questi anni, ma ci sono momenti in cui cedo. È difficile portare avanti questa battaglia. Vado avanti fino alla verità. Ho sentito la notizia del bambino ritrovato e ho avuto una gioia immensa... Oggi Denise è la figlia di tutta Italia, ho cercato di far entrare il suo viso nelle case di tutti per fare in modo che la ricerca non si fermasse. Se vengo in tv è solo per lei». 

 



Il fratello Kevin le scrisse una lettera nel giorno del diciottesimo compleanno di Denise e le sue parole vengono mandate in onda durante la trasmissione e commentate da Piera Maggio. «Qui si capisce la sofferenza di un fratello. Denise era quella bambina che lui descrive: chiacchierona e coccolona. Risentire la lettera mi commuove...». Poi sul dramma vissuto dalla sua famiglia aggiunge: «A Denise e ai suoi genitori il male è stato fatto. Ci auguriamo che ovunque si trovi stia bene e che venga amata dalla famiglia che ha con sé. Speriamo di mettere fine a tutta questa storia e grazie all'affetto di chi ci è vicino».



Infine, l'appello a chi ha rapito sua figlia: «Forse è arrivato il momento che diciate la verità, chi sa parli. Noi cercheremo Denise e invito tutti a farlo con le dovute cautele e i dovuti modi senza esagerare... Noi andiamo fino in fondo, speriamo bene».

Nessun commento:

Posta un commento

Perché bisogna evitare di baciare il figlio sulla bocca?

  Ti sarà sicuramente capitato di vedere una mamma baciare il figlio sulla bocca.