lunedì 26 settembre 2022

Zia spinge il nipotino di 3 anni nel lago: «Non smetteva di fare i capricci». Il bambino è in condizioni gravissime


 


Spinge il nipote di 3 anni dal molo e lo fa cadere nel lago perché faceva troppi capricci. 



Una zia, Victoria Moreno, 34anni, avrebbe spinto il nipotino in acqua perché non la voleva smettere di fare i capricci, ma non si sarebbe nemmeno preoccupata di salvarlo.



Il bambino è precipitato nel lago Mitchigan, a Chicago,  ed è stato poi messo in salvo vicino al Navy Pier prima di andare in arresto cardiaco, secondo quanto riportato dalla polizia. Subito dopo è stato condotto con urgenza in un ospedale pediatrico locale in "condizioni molto critiche". Il piccolo avrebbe un rigonfiamento del cervello, sanguinamento polmonare, oltre ad aver avuto anche diversi attacchi epilettici e arresti cardiaci.



Inizialmente si è creduto che la donna avesse solo assistito a un drammatico incidente, poi però ha ammesso che stava tenendo il nipotino per la maglietta, mentre lui continuava a fare i capricci, così lo avrebbe spinto giù dal pontile senza preoccuparsi di salvarlo. A incastrarla sono state anche le telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso esattamente il momento in cui la zia ha spinto il piccolo.

Nessun commento:

Posta un commento

Choc a scuola a Latina, ragazza di 12 anni cade dalla finestra del primo piano: è in codice rosso

  Paura questa mattina in una scuola media di Latina. Un'eliambulanza è atterrata poco dopo le 10 nell'area verde che si trova vicin...