sabato 20 maggio 2023

«Mia figlia di 3 anni ha paura di indossare i pantaloncini: ho scoperto il motivo e voglio vendicarmi!»




Una bambina di tre anni che piange e singhiozza alla sola idea di indossare pantaloncini ha spinto la mamma a indagare sulle cause di quello che poteva apparentemente sembrare solo un capriccio legato all'età ma nascondeva un disagio ben più profondo.

La donna, grazie al dialogo, è riuscita a scoprire il vero motivo della fobia della figlia, ed è andata su tutte le furie perché a creare quel fortissimo disagio nella sua bimba è stata la suocera. La mamma ha raccontato quanto accaduto nella sua famiglia sui social, cercando consigli su come affrontare la situazione.


«Ho scoperto perché mia figlia di tre anni ha paura di indossare i pantaloncini», ha scritto la mamma in un post pubblicato su Reddit. «La nonna le ha detto che è brutto mostrare le gambe e che dovrebbe indossare sempre i pantaloni lunghi, o dei leggings nel caso porti un abito». 


La donna ha spiegato che vive con la sua famiglia nel deserto della California del Sud, dove la temperatura in estate può arrivare a sfiorare i 50 gradi. «Ultimamente mia figlia singhiozza e si agita se provo a vestirla con i pantaloncini. Pensavo fosse solo una specie di fase, ma sembrava così sinceramente angosciata che alla fine l'ho convinta a parlarmi», ha spiegato. E così ha scoperto che la suocera, cattolica ultra conservatrice, ha umiliato la bambina a causa del suo abbigliamento "succinto". 


«Mia figlia sta con la nonna tre giorni a settimana, e ultimamente quando la vado a prendere indossa vestiti diversi e mi viene sempre detto che si è bagnata o si è sporcata o qualcosa del genere, il che è del tutto credibile visto che hanno un grande giardino e giocano fuori quasi tutto il giorno», aggiunge la mamma che specifica di non poter fare a meno dell'aiuto della suocera perché non può permettersi un'alternativa. 


L'atteggiamento della madre del marito l'ha fatta talmente infuriare da spingerla a cercare un secondo lavoro per potersi permettere una babysitter: «Sono furiosa, vorrei ucciderla». La donna ha poi spiegato, in un aggiornamento successivo, di aver affrontato l'argomento con la suocera, supportata in toto dal marito, ma che come sospettato non ha sortito alcun effetto, ma che continuerà ad insistere sul punto. 


L'esperienza della mamma ha generato un grande dibattito tra gli utenti della piattaforma, decisamente schierati dalla sua parte nel credere che il corpo di una bambina così piccola non vada assolutamente sessualizzato e che il comportamento della suocera potrebbe causare danni permanenti nel rapporto della bambina con il suo corpo. 


Il consiglio che in molti le danno è che, oltre a parlare con la nonna, è proprio a sua figlia che deve dare gli strumenti opportuni per capire dove sta l'errore. «Insegna a tua figlia a dire a sua nonna di stare zitta. "Se la nonna dice che non dovresti mostrare le gambe, cosa dici?" "Sì posso!" Instillalo in lei. Man mano che crescerà, sarà l'amministratrice del suo corpo, non importa chi cerchi di dirle cosa può e non può farne».

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...