domenica 3 settembre 2023

Odore forte in casa e bimbo sempre malato, famiglia installa telecamera e scopre che il vicino li avvelenava


 


Umar Abdullah, di Tampa Palms, negli Stati Uniti, ha installato delle telecamere di sicurezza davanti a casa sua quando ha iniziato a sospettare che stesse accadendo qualcosa di strano: la sua casa puzzava di sostanze chimiche e il suo bambino di 10 mesi era sempre malato. 



Sebbene i vigili del fuoco fossero stati più volte nella casa, non erano stati in grado di determinare da dove provenisse il forte odore chimico, finché finalmente le telecamere hanno rivelato cosa stava davvero accadendo. 



Il suo vicino, Xuming Li, uno studente di chimica di 36 anni, aveva iniettato un liquido sotto la porta della famiglia, ovvero i narcotici metadone e idrocone, un tipo di oppioide usato per trattare il dolore.


Queste sostanze chimiche sono state la causa della malattia del bambino, poiché hanno effetti collaterali come irrequietezza, mal di stomaco, vomito, mancanza di respiro, irritazione della pelle, dolore al petto, diarrea, allucinazioni e svenimenti.



Abdullah, sua moglie e il figlio hanno sofferto per alcuni mesi di fiato corto e irritazioni agli occhi e alla pelle a causa dell'inalazione. Ma non solo: durante l'indagine un agente, anche lui esposto agli agenti chimici ha riportato un'irritazione cutanea e ha dovuto ricevere cure mediche. In seguito alla raccolta delle prove, Li è stato arrestato e accusato di stalking aggravato, tre capi d'imputazione di dispersione di un agente chimico, uno di possesso di una sostanza pericolosa e aggressione a un agente delle forze.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...