giovedì 2 novembre 2023

Mamma 29enne trovata morta in casa con la figlia tra le braccia: «Non riesco a svegliarla»



Un dramma straziante, che ha distrutto una famiglia: una donna 29enne è stata trovata morta in casa sua, con la sua bambina di due anni che tentava invano di svegliarla. 


La 29enne, poche ore prima, era stata visitata da due paramedici, a causa di forti dolori al petto e una nausea che non le dava tregua; purtroppo, i soccorritori non hanno riconosciuto i segni dell'attacco cardiaco che l'avrebbe stroncata. Come riporta il Daily Mail, il coroner ha criticato la condotta dei due sanitari, che hanno sottovalutato la gravità delle condizioni di Lauren.


Lauren aveva chiamato i paramedici, preoccupata per i suoi sintomi. I due soccorritori però avevano detto alla 29enne che dal responso dell'elettrocardiogramma non risultavano problemi. La 29enne, quindi, ha deciso di non andare in ospedale, rassicurata dai due sanitari. Purtroppo, poche ore dopo, la donna è stata trovata morta nella sua abitazione, con la sua bambina disperata, che continuava a ripetere: «Non riesco a svegliare la mamma». Il coroner, Joe Lees, ha affermato: «La condotta dei due paramedici ha indotto Lauren a non recarsi in ospedale, si è trattato di un errore pesante». L'autopsia ha rivelato che la 29enne è morta a causa di un attacco cardiaco, causato da un grumo di sangue nei polmoni. Lees, però, ha aggiunto: «Non ci sono abbastanza prove per stabilire la gravità dell'errore». 



Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...