venerdì 8 novembre 2019

Perché togliere le scarpe in casa è meglio? Igiene, salute e non solo…


I giapponesi – e molti altri popoli – lo hanno sempre fatto… Ma sapete perché togliere le scarpe in casa è 


consigliato – anzi dovrebbe essere proprio irrinunciabile – anche per noi italiani? Ecco i principali motivi.

Le scarpe sono diventate progressivamente degli accessori indispensabili non solo per vivere in un contesto urbano ma anche per esigenze legati alla moda e alle tendenze nel campo dell’abbigliamento.
Chi è fuori casa tutto il giorno, le tiene addosso per molte ore. Un po’ per pigrizia, un po’ perché si dice spesso “tanto tra poco esco di nuovo”, capita di tenerle addosso a lungo anche in casa. Non parliamo poi di quando ci arrivano ospiti a casa e nemmeno si pongono il problema…

Togliere le scarpe in casa: ecco i motivi

Ma oggi vi spieghiamo perché togliere le scarpe in casa è meglio, quando si fa ritorno a casa.

Batteri

Un primo valido motivo per lasciare fuori casa le scarpe è la presenza di batteri, che rischiamo di trascinare all’interno dell’ambiente domestico: secondo uno studio condotto dall’Università dell’Arizona, infatti, all’esterno di una scarpa potrebbero annidarsi oltre 421 mila unità di batteri, tra cui escherichia coli che può causare infezioni  infezioni anche gravi, klebsiella pneumonia, responsabile di importanti patologie polmonari, e serratia ficaria, in grado di provocare importanti malattie oculari.

Pesticidi

Anche erbicidi e pesticidi, utilizzati in giardino o nei campi potrebbero essere trasportati in casa attraverso le scarpe, esponendoci a rischi per la salute.
La permanenza per lunghi periodi delle sostanze portate all’interno della nostra abitazione fa sì che anche basse concentrazioni di metalli pesanti come il piombo, che arrivano dall’esterno trasportati dalle nostre scarpe, possano restare a lungo sulle superfici di casa.

Sporco

È abbastanza intuitivo, inoltre, che non lasciare fuori le scarpe con cui si è andati in giro tutto il giorno possa aumentare la quantità di sporco in casa, lasciando che si permanga sulla superficie dei pavimenti e nei tappeti, così da costringerci a maggiore utilizzo di prodotti detergenti e… lavoro di pulizia!
Inoltre, i piccoli detriti portati dalle suole possono causare delle righe sul parquet e le piastrelle, favorire maggiore usura dei tappeti.

Rumore

Per chi abita in un condominio, poi, bisogna anche tener conto del fattore rumore e fastidio che può essere prodotto dallo scalpiccio dei tacchi sulla superficie del pavimento.

Relax e benessere

Infine, anche motivi di benessere e comodità possono spingerci a preferire l’assenza delle scarpe quando si circola in casa: su una superficie pulita ci si può permettere di camminare scalzi o con calzini antiscivolo per gli effetti benefici alla muscolatura del piede e la riduzione nella formazione di calli e duroni.
Inoltre, è decisamente rilassante liberarsi delle calzature quando si rientra in casa, sedersi sul divano e distendersi.
Anche se siete invitati come ospiti, quindi, via le scarpe quando entrate, e se la casa ha pavimenti in legno, sarà un piacere camminare per casa a piedi nudi o con calzettoni antiscivolo. Altrimenti, procuratevi delle scarpe pulite da indossare appena entrati.
Sia i giapponesi che i popoli nordici o altri popoli (es. in Russia) lo fanno da secoli, lasciando le scarpe fuori in un’apposita zona d’ingresso, prima di entrare in casa. Pensare che gli orientali hanno addirittura ciabatte differenti per zone dell’appartamento differenti!
Perché non imporre questa buona abitudine – che significa anche rispetto per gli altri – anche da noi?

Nessun commento:

Posta un commento

Uccide il figlio di un mese mentre gioca alla playstation, poi chiama la moglie e confessa

Uccide il figlio  di poco più di un  mese  mentre  gioca con la PlayStation.