giovedì 8 aprile 2021

La figlia di 2 anni non indossa la mascherina: famiglia con mamma incinta cacciata dal volo


 


Un’intera famiglia di quattro persone con una donna incinta, e due figli piccoli (uno dei quali autistico) è stata cacciata da un aereo perchè la bimba di 2 anni non indossava la mascherina.



La bimba non indossava la mascherina a bordo e per questo la madre, incinta ed il marito sono stati mandati via dall’aereo. L’episodio è avvenuto su un volo decollato da Orlando e diretto all’aeroporto di New York per poi raggiungere la propria abitazione in New Jersey. Improvvisamente però un’assistente di volo si è avvicinata loro chiedendo di scendere dall’aereo. Sia la figlia Rikki, di due anni che il fratello Daniel di 7 e con disturbo dello spettro autistico non stavano indossando la mascherina e tanto sarebbe bastato per arrivare alla decisione di far scendere dal velivolo l’intera famiglia. Rikki era intenta a mangiare uno yougurt mentre il fratello avrebbe potuto avere, coprendosi la bocca, seri problemi. I genitori hanno cercato di spiegare all’assistente di volo che non riuscivano a far indossare la mascherina alla figlia perchè troppo piccola e che in ogni caso in quel momento stava mangiando, sottolineando invece che Daniel avrebbe rischiato forti crisi epilettiche. Ma la hostess non ha cambiato idea sottolineando che quelle erano le regole della compagnia aerea e aggiungendo che non si trattava di una sua decisione, bensì del comandante.



L’aereo non avrebbe potuto decollare se loro non fossero scesi: il padre ha cercato di opporre resistenza spiegando che la moglie Avital era incinta di sette mesi e che la figlia aveva appena due anni ed era ingiusti cacciarli dall’aereo, ritenendo di subire un’ingiustizia. Alcuni passeggeri si sono schierati in loro difesa ed uno di loro ha anche ripreso l’intera scena diffondendola nelle ore seguenti sui social media: inutile dire che il video è divenuto virale scatenando molta rabbia e indignazione sul web. La discussione è durata molto a lungo ma alla fine la famiglia ha deciso di scendere dall’aereo anche perchè Daniel stava ritardando l’assunzione dei suoi farmaci.



Il volo non è però decollato subito accumulando diverse ore di ritardo: i quattro sono stati in seguito fatti risalire sull’aereo. Secondo gli standard previsti dalla compagnia solo i bambini fino ai due anni sono esonerati dall’utilizzo della mascherina. I genitori hanno in seguito rilasciato un’intervista a Fox News dichiarando di aver vissuto un grande disagio per l’assurdo comportamento del personale di bordo che avrebbe anche minacciato di chiamare la polizia pur di allontanarli dal velivolo. E spiegado che a causa della lunga discussione non hanno potuto cambiare il pannolino al piccolo Daniel che, a causa del ritardo nell’assunzione dei suoi farmaci, ha anche rischiato di avere una crisi compulsiva.

Nessun commento:

Posta un commento

Ferrara, bimbo morto in casa: madre ferita con polsi tagliati. La donna: "L'ho ucciso"

  Un  bimbo di un anno  è stato trovato morto a  Ferrara , nella camera da letto di casa, dai carabinieri del nucleo radiomobile intervenuti...