mercoledì 23 giugno 2021

Mottarone, il piccolo Eitan un mese dopo la tragedia della funivia: «Chiede ancora dove sono i suoi genitori»


 


Dopo un mese dall'incidente della Funivia dello Stresa Mottarone, il piccolo Eitan è tornato a casa. 



Affidato alla tutela della zia Aya e dello zio Ore, a Travacò Siccomario, nel Pavese, il bambino ha appreso della morte della sua famiglia e sta ora facendo un percorso per poter superare lentamente questo trauma insieme ai suoi affetti.



Eitan è stato l'unico sopravvissuto alla tragedia, dopo il ricovero in ospedale e l'intervento la ripresa fisica del piccolo sembra essere arrivata in modo completo. Ora si cerca di badare a lui dal punto di vista psicologico. Da Israele sono arrivati i nonni e insieme agli zii e alle cuginette il bambino sta affrontando questo momento che però non è certo facile.  Come riferisce La Stampa, una notte, si è rivolto al nonno materno Shmulik Peleg chiedendogli proprio "Dove sono i miei genitori?". Eitan passa le giornate nella casa in campagna, a giocare e  in mezzo ai gatti della zia.

Nessun commento:

Posta un commento

Insegnare ai bambini ad affrontare il bullismo

Al giorno d’oggi sono molti i bambini che non vogliono più andare a scuola perché vengono spesso presi in giro dai compagni.