martedì 24 agosto 2021

I medici le dicono: «Sei sterile». Lei rimane incinta di cinque gemelli


 



Le era stata diagnosticata la sindrome dell'ovaio policistico, ma poi è rimasta incinta con l'aiuto di un farmaco per la fertilità: non di un solo bambino, ma di ben cinque gemelli. 



È l'incredibile storia della 28enne Brenda Raymundo e suo marito Alejandro che, per anni, hanno cercato di avere una famiglia e quasi erano rassegnati all'idea che non sarebbero mai diventati genitori.



Come riporta il The Sun, per la coppia, che vive a Dallas negli Stati Uniti, è stato un vero e proprio choc: da avere difficoltà nel restare incinta ad aspettare cinque gemelli è stata per loro una sorpresa piacevolmente rara.



All'inizio le era stato detto di aspettare un solo bambino, ma durante una seconda visita di controllo hanno scoperto essere cinque gemelli. Brenda ha dato alla luce il sano quintetto a maggio scorso.



«In realtà stavo piangendo - rivela Brenda -  per lo shock quando ho fatto il Facetime con Alejandro dopo la scansione e gli ho detto che non c'era solo un bambino lì dentro, ma cinque. Pensava che stessi scherzando, poi ha visto che stavo piangendo sul serio e si è reso conto che non lo ero. Eravamo entrambi completamente scioccati».



La coppia stava cercando una famiglia da tre anni, quando nell'ottobre dello scorso anno sono andati a visitare una clinica per la fertilità per chiedere aiuto. A Brenda è stato somministrato un farmaco per stimolare le sue ovaie a produrre ovuli, poiché le sue condizioni di salute significavano che non produceva affatto ovuli.



Nel giro di due mesi ha scoperto di essere incinta ed entrambi al settimo cielo, come rivela la ragazza: «Non potevamo crederci. Avere il nostro primo risultato positivo al test di gravidanza è stato sorprendente. Avevamo aspettato così tanto per vederlo. Avevamo passato tre anni cercando così duramente di essere una mamma e un papà, quindi eravamo così entusiasta che stava finalmente accadendo per noi».



Ma la loro gioia si è trasformata in disperazione quando Brenda ha iniziato a soffrire di dolori allo stomaco paralizzanti, ed è stata portata d'urgenza in ospedale dove i medici hanno pensato che potesse aver sofferto di una gravidanza ectopica pericolosa per la vita - dove il bambino si sviluppa nella tuba di Falloppio invece che nell'utero. Ma, al momento della scansione, i medici le hanno dato la buona notizia che il bambino non era nella tuba di Falloppio e che invece avevano trovato un battito cardiaco nel suo grembo.



La settimana successiva, Brenda è tornata per un controllo, e questa volta si è sdraiata sul tavolo di scansione e ha potuto vedere quelle che pensava fossero cinque bolle d'aria. 



«Potevo vedere queste cinque bolle e mi chiedevo cosa fossero. Era la prima volta che ero incinta, quindi non sapevo niente di diverso. Ho pensato che fosse normale. Ma il viso dell'ecografista si è bloccato mentre guardava lo schermo. Poi si è girata verso di me e ha detto che ero incinta di cinque bambini, non uno». E aggiunge: «Non potevo credere a quello che stavo sentendo. Ero terrorizzata all'idea di avere bambini, perché pensavo che avrei perso uno o più di loro».



Brenda è stata scansionata ogni settimana perché era una gravidanza ad alto rischio. Ed è stata ricoverata in ospedale a 27 settimane di gravidanza, poiché i medici temevano che potesse avere un travaglio precoce. 



I bambini sono nati il ​​17 maggio quando Brenda era incinta di 31 settimane; Alejandro di 3Ib14, Lelani di 3Ibs, Amara di 3Ib3, Antonio di 3Ib8 e Humberto di 3Ib12, al Parkland Hospital di Dallas.



«Erano tutti buoni pesi per i cinque bimbi - commenta Brenda - , ed erano anche sani, il che è stata una notizia straordinaria. Ci siamo sentiti così fortunati. Pensavo che non sarei mai diventata mamma, non avrei mai pensato che ne sarebbero arrivate cinque tutte in una volta. Non riusciamo a dormire, ma non potremmo essere più felici».



«Erano tutti buoni pesi per i cinque bimbi - commenta Brenda - , ed erano anche sani, il che è stata una notizia straordinaria. Ci siamo sentiti così fortunati. Pensavo che non sarei mai diventata mamma, non avrei mai pensato che ne sarebbero arrivate cinque tutte in una volta. Non riusciamo a dormire, ma non potremmo essere più felici».



Tutti i bambini sono tornati a casa alla fine di luglio e stanno bene. Brenda ha aggiunto: «Si nutrono ogni tre ore, e noi cerchiamo di dar loro da mangiare tutti in una volta, altrimenti quando vanno a dormire se uno si sveglia affamato, allora svegliano anche tutti gli altri. Fortunatamente al momento viviamo con mia madre»



E conclude: «Non dormiamo, ma non potremmo essere più felici e non lo cambieremmo per nulla al mondo. Ci sentiamo benedetti cinque volte".

Nessun commento:

Posta un commento

Quando inizia la produzione di colostro durante la gravidanza?

Se anche voi avete avuto un bambino in passato, saprete benissimo   cosa sia il colostro . Se invece vi trovate a far fronte alla vostra pri...