sabato 5 marzo 2022

Bonus per le madri disoccupate. 4mila euro nel 2022: a chi spetta, tabella e importi.



Quando si parla di bonus 4.000,00€ non ci riferiamo a un’unica misura bensì al complesso delle prestazioni per il sostegno al reddito e d’incentivo alla natalità riconosciute dallo Stato a chi diventa mamma oggi.


Sono diversi i bonus famiglia che si possono richiedere nel 2022, con importi più elevati per coloro che hanno un ISEE basso. 


Questo è l’anno di debutto dell’assegno unico universale, il quale ha il vantaggio - rispetto agli assegni al nucleo familiare - di essere riconosciuto anche ai disoccupati. Bisogna però dire addio al bonus bebè e al bonus mamma domani, con quest’ultimo che però spetta anche ad alcuni nati nel 2022.


La somma di tutti i bonus famiglia oggi previsti consente a una mamma disoccupata di arrivare a percepire un sostegno complessivo persino superiore ai 4.000 euro annui suddetti.


Vediamo dunque quali sono le prestazioni che si possono richiedere: di seguito, prendendo in considerazione alcuni esempi, trovate invece una tabella su come i 4.000 euro suddetti vengono rimodulati a seconda delle varie situazioni.


Bonus 1.773,65€ mamme disoccupate


Molte donne non sanno che nel caso in cui non si abbia diritto al congedo di maternità, spettante alle lavoratrici subordinate, autonome e a coloro che hanno perso il lavoro da pochi mesi, si può comunque richiedere un bonus al Comune.



Conosciuto meglio come bonus maternità Comuni, nel 2022 questo ha un importo mensile di 354,73€. Spetta per cinque mensilità, al pari del congedo, e viene pagato in un’unica soluzione da 1.773,65€. Attenzione, per la domanda c’è tempo entro 6 mesi dal parto: questa va presentata al Comune di residenza, con il bonus che poi verrà erogato dall’INPS.


C’è però un requisito reddituale da soddisfare: la mamma deve far parte di un nucleo familiare con ISEE inferiore a 17.747,58€.


L’assegno unico universale: bonus anche per le mamme disoccupate


Altro bonus che quest’anno possono richiedere tutte le mamme, anche quelle disoccupate, è il cosiddetto assegno unico universale per figli a carico. Questo ha un importo base che per coloro che hanno un ISEE inferiore a 15.000,00€ è di 175,00€ al mese per figlio, con alcune maggiorazioni. 


Ad esempio, nel caso della mamma Under 21 spetta un ulteriore bonus di 20,00€ mensili.


L’assegno unico spetta da marzo 2022 già per le donne che hanno compiuto il 7° mese di gravidanza, entrando dunque nell’8° mese. In tal caso, però, la domanda può essere presentata solamente dopo il parto.


Nel 2022, quindi, l’assegno unico spetta per 10 mesi (a patto che se ne soddisfino i requisiti già da marzo) ragione per cui l’importo annuo per coloro che hanno un ISEE inferiore a 15.000 euro è di almeno 1.750,00€, al netto di ogni altra eventuale maggiorazione.


Bonus 4.000 euro per le mamme disoccupate: la tabella

Chi diventa mamma nel 2022 e non ha un lavoro può quindi arrivare a un bonus complessivo persino superiore a 4.000 euro l’anno: sommando le suddette tre prestazioni, infatti, si arriva esattamente a 4.323,65€, cifra che come anticipato può anche aumentare nel caso in cui si abbia diritto alle maggiorazioni dell’assegno unico.



A tal proposito, ecco una tabella che riassume tutte le prestazioni a cui ha diritto chi diventa mamma nel 2022, con ISEE inferiore ai 15.000,00€, così da potersi fare un’idea di quanto spetta nel concreto.

DATA PARTOBONUS MAMMA DOMANIBONUS MATERNITÀ COMUNEASSEGNO UNICO*TOTALE PERCEPITO 2022
Entro il 28 febbraio 2022800,00€1.773,65€1.750,00€4.323,65€
Da marzo a maggio 2022Non spetta1.773,65€1.750,00€3.523,65€
Giugno 2022Non spetta1.773,65€1.575,00€3.348,65€
Luglio 2022Non spetta1.773,65€1.400,00€3.173,65€
Agosto 2022Non spetta1.773,65€1.225,00€2.988,65€
Settembre 2022Non spetta1.773,65€1.050,00€2.823,65€
Ottobre 2022Non spetta1.773,65€875,00€2.648,65€
Novembre 2022Non spetta1.773,65€700,00€2.473,65€
Dicembre 2022Non spetta1.773,65€525,00€2.298,65€



Ovviamente gli importi indicati in tabella si riducono in caso di ISEE superiore a 15.000,00€. Sopra questa soglia, infatti, l’assegno unico viene tagliato di 50 centesimi per ogni scatto di 100,00€, fino ad arrivare a 50,00€ d’importo base per chi ha un ISEE di 40.000,00€.

Ricordiamo poi che sopra la soglia 17.747,58€ non spetta neppure il bonus maternità.

2 commenti:

Bimbo giù dal balcone, la babysitter «deve essere processata». Per i periti non c'è vizio di mente

  Monica Santi, la babysitter carpigiana che il 31 maggio a Soliera, in provincia di Modena, ha gettato dalla finestra il bambino di 13 mesi...