lunedì 20 febbraio 2023

Il dramma di Deborah, mamma incinta: sa già che il figlio è malato e morirà. Ma non può abortire


 


Un dolore straziante, per una mamma che sa già che non vedrà mai crescere il suo bambino, ma ciò nonostante deve comunque portare avanti la gravidanza. 



Accade negli Stati Uniti, in Florida, a causa della rigida legge contro l'aborto imposta dal governatore repubblicano Ron DeSantis, uno dei futuri rivali di Donald Trump per la corsa alla presidenza.



La tragica storia è stata raccontata dal Washington Post e non è l'unica, dopo che la Corte Suprema ha abolito la sentenza Roe vs Wade annullando di fatto il diritto all'aborto a livello nazionale. La donna protagonista suo malgrado della vicenda si chiama Deborah Dorbert, suo marito si chiama Lee e hanno già un altro figlio, Kaiden: Deborah era in attesa del suo secondo figlio, ma al feto è stata diagnosticata una patologia fatale, nota come sindrome di Potter.



Nonostante la legge preveda alcune eccezioni, nessun medico consultato dalla coppia ha voluto praticare l'aborto, nel timore di incorrere in sanzioni. Deborah e il marito non sono anche riusciti ad andare in un altro Stato con meno restrizioni per via dei costi eccessivi. «Sono veramente arrabbiata che siano i politici a stabilire cosa è meglio per la mia salute. Avremmo fatto di tutto per avere questo bambino», ha detto la giovane mamma al Washington Post. 



La donna affronta il tutto con grande dignità, abbozzando un sorriso tra tante lacrime. «Deborah sta dedicando gli ultimi giorni prima della nascita del suo bambino a pianificare i dettagli della sua morte - si legge sul Washington Post - lei e suo marito avvolgeranno il neonato in una coperta calda, mostreranno il loro amore e piangeranno. Hanno già deciso di far cremare il suo corpicino e stanno già cercando una maniera per commemorarlo». Niente urna però: forse una statuetta di vetro infusa di cenere, o un ornamento con l'impronta di un dito. Una storia che lascia davvero senza parole.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...