martedì 11 aprile 2023

Ezio Greggio, bufera social dopo l'appello alla mamma che ha abbandonato il neonato Enea: «Un insulto ai genitori adottivi»





Di sicuro non era la reazione che Ezio Greggio si aspettava quando, nel lunedì di Pasquetta, ha lanciato un appello attraverso un video messaggio pubblicato sui suoi profili social rivolto alla mamma del piccolo Enea, lasciato la mattina di Pasqua alla clinica Mangiagalli di Milano nella "Culla della Vita", moderna "ruota degli esposti" dedicata ai genitori in difficoltà. L'appello di "Zio Ezio", così si è firmato il conduttore ha scatenato una vera e propria bufera social.


Ezio Greggio si era unito all'ondata di commozione creata dalla notizia del neonato lasciato nella 'culla per la vita' della Mangiagalli invitando la madre di Enea a tornare sui suoi passi ma la frase «il tuo bambino merita una mamma vera» non è passata inosservata e ha scatenato numerose critiche: «Con una frase ha insultato tutti i genitori adottivi», «Ha sminuito le madri adottive e ignorato tutte le motivazioni che possono esserci dietro quella scelta», scrivono alcuni utenti social.


Stamattina il conduttore su Instagram ha deciso di fare chiarezza: «Rispondo con questo messaggio per rispondere a tutti - scrive - col Prof. Mosca abbiamo deciso di lanciare entrambi degli appelli per un solo motivo: la mamma di Enea ha lasciato nella 'culla per la vita' della Mangiagalli non solo il bimbo ma anche una lettera struggente e piena d'amore, in cui una mamma in difficoltà abbandona il suo bambino tanto amato, sperando che la sua vita sia meglio di quella che le può offrire lei». 


«L'appello non era volto a far ripensare alla scelta di una madre che non voleva il proprio figlio - spiega Greggio - ma a una madre che probabilmente con l'aiuto di qualcuno che la aiutasse a superare le difficoltà economiche, o personali o familiari, non sentendosi più sola, potrebbe ripensare alla sua scelta e tenere il proprio bambino. 


Nessuna polemica quindi verso quelle fantastiche mamme e famiglie che adottano i bimbi abbandonati e che garantiscono loro amore e futuro come se fossero i veri genitori, anzi talvolta pure meglio». Greggio infine conclude «Ribadisco con forza, affetto e convinzione l'appello mio e del prof. Fabio Mosca: mamma di Enea se ami il tuo bimbo e il tuo desiderio è tenere il tuo bimbo siamo in tanti pronti ad aiutarti, sei ancora in tempo a ripensarci. Un saluto a tutti voi che avete letto questo appello anche a coloro che non ne avevano capito il senso. W Enea».



Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...