sabato 12 agosto 2023

Neonato trovato vicino a un cassonetto: avvolto nelle coperte con un peluche. «Partorito da due ore»





Un neonato è stato trovato questa mattina abbandonato nei pressi di un cassonetto nel centro di Taranto.

Il bimbo era in una busta di plastica. È stata una passante ad accorgersi del bimbo e a lanciare l'allarme. Sul posto la Polizia e una ambulanza del 118. Il bimbo, nato da poche ore, è stato condotto d'urgenza in ospedale con una ambulanza ed è stato affidato alle cure dei medici. È in osservazione ed è in buone condizioni: il personale sanitario lo ha chiamato Lorenzo. Il bambino è stato trovato in via Pisanelli all'angolo con via Principe Amedeo. 


Intorno alle 7, è stata una passante che stava portando a passeggio i suoi cani a fare la scoperta, attirata dai vagiti del piccolo lasciato in una busta e avvolto da una coperta. Accanto c'era anche un peluche. La donna ha subito dato l'allarme e sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno preso in cura il neonato, trasportandolo all'ospedale Santissima Annunziata. Il piccolo, secondo quanto riferito dall'Asl, è «in ottime condizioni».


La parte del cordone ombelicale attaccata al neonato, ha spiegato l'azienda sanitaria locale, era ancora fresca. Questo vuol dire che il parto potrebbe essere avvenuto una-due ore prima del ritrovamento. L'altra parte del cordone sarebbe rimasta attaccata alla madre che, se non assistita adeguatamente, rischierebbe l'emorragia.


Il professor Federico Schettini dell'Unità di terapia intensiva neonatale (Utin) sta seguendo personalmente il piccolo, «coccolato da tutto il personale». «Speriamo - aggiungono dall'Azienda sanitaria locale - che la madre si faccia sentire presto». Gli agenti della polizia di Stato sono intervenuti sul posto ed hanno avviato le indagini acquisendo anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona.


«Un appello a tutte le donne, e alle madri, che si trovino in un momento psicologico critico, drammatico: prima di fare qualunque cosa chiamate il 118», dice Mario Balzanelli, presidente del Società Italiana Sistema 118 (Sis118), a poche ore dall'intervento degli operatori del 118 a Taranto. «Il 118 prenderà in carico immediatamente la situazione e verrà in pochi minuti da voi, attivando i percorsi stabiliti. Veniamo noi da voi. Chiamate il 118 nei momenti di maggiore sconforto, prima di fare qualunque cosa», afferma il medico.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...