martedì 28 novembre 2023

Giulia Cecchettin, il funerale: la chiesa e la data. «In arrivo migliaia di persone da tutta Italia»


 


Quando sarà il funerale di Giulia Cecchettin? La chiesa e la data. 



Non si è ancora sciolto l'ultimo dubbio se l'ultimo saluto a Giulia Cecchettin, la 22enne massacrata dall'ex fidanzato Filippo Turetta, possa svolgersi già sabato a Padova, nella Basilica di Santa Giustina in Prato della Valle nel cuore della città veneta, a poche ore di distanza dall'autopsia prevista per venerdì. Per l'avvocato della famiglia di Vigonovo Stefano Tigani, sempre che l'autorità giudiziaria conceda in nulla osta alla sepoltura consegnando la salma alla famiglia, i tempi sono davvero troppo stringati perchè possano essere ultimati tutti i preparativi.



«È una data un po' strettina», afferma dice l'avvocato. Anche il sindaco di Padova Sergio Giordani smentisce in una nota che i funerale di Giulia Cecchettin si celebrerà sabato 2 dicembre. «Dispiace che si sia diffusa questa voce - aggiunge - Vista la delicatezza dell'argomento, appena ne siamo venuti a conoscenza, abbiamo voluto chiarire la cosa per evitare spiacevoli fraintendimenti».Esclusa la prima domenica d'Avvento, il 3 dicembre, la data più probabile potrebbe essere al momento resta quella di lunedì 4. La parola finale è demandata in ogni caso a domani mattina, a quanto stabilirà nella città del Santo in Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza.



Inimmaginabile, quindi, che le esequie, che saranno officiale dal vescovo Claudio Cipolla, potessero tenersi nella piccola chiesa cittadina. Santa Giustina, viceversa, è una basilica del VI secolo dopo Cristo considerata monumento nazionale a pochi passi dalla Chiesa dedicata a Sant'Antonio da Padova che può contenere sino a mille posti a sedere e centinaia di altri in piedi. Il Governatore Luca Zaia ha già indetto per l'ultimo saluto alla giovane il lutto regionale. Sicuramente saranno moltissime le persone, non solo donne, che accogliendo l'invito di papà Gino, porteranno sulla giacca un fiocco rosso, come lo stesso genitore ha voluto fare postandolo sui social nella Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza sulla donna con la scritta «Parlate, denunciate, fidatevi!». A Padova i fiocchi rossi compaiono già da alcuni giorni, in attesa dell'ultimo saluto, sulle vetrine di molti negozi. Il corpo di Giulia sarà infine portato nel cimitero di Saonara e sepolto accanto a quello della madre, morta un anno fa.



Sicuramente saranno moltissime le persone, non solo donne, che accogliendo l'invito di papà Gino, porteranno sulla giacca un fiocco rosso, come lo stesso genitore ha voluto fare postandolo sui social nella Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza sulla donna con la scritta «Parlate, denunciate, fidatevi!». A Padova i fiocchi rossi compaiono già da alcuni giorni, in attesa dell'ultimo saluto, sulle vetrine di molti negozi. Il corpo di Giulia sarà infine portato nel cimitero di Saonara e sepolto accanto a quello della madre, morta un anno fa.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambino di 11 mesi bruciato vivo da un'improvvisa esplosione del termosifone: travolto dal vapore mentre dormiva nella culla

Un  bambino  di soli 11 mesi è morto in seguito a un drammatico incidente mentre si trovava a casa con la mamma e le sorelline gemelle nate ...