martedì 19 novembre 2019

Basta mandare a scuola i bambini AMMALATI - E' pericoloso!

Il bambino si sveglia con qualche linea di febbre e il dubbio ci assale, mandarlo o meno a scuola?

Ponete molta attenzione all'appello di questa mamma, le conseguenze delle malattie che i bambini possono prendere andando a scuola possono dimostrarsi gravi per i più fragili e immunodepressi. 
IL SUO POST E' VIRALE 

L'APPELLO DI UNA MAMMA PREOCCUPATA PER LA SALUTE DELLA FIGLIA IMMUNODEPRESA

Maria Jordan Mackeigan è mamma di una bimba con la sindrome di Down e con sistempa immunitario fragile: per la bambina basta davvero poco, anche quello che per noi sembra un banale raffreddore, per stare male e dover correre in ospedale per le giuste cure. 

Il problema che Maria fa emergere è che molte volte sono proprio i genitori degli amichetti di sua figlia a mettere in pericolo la sua salute.
Cosi' la mamma ha deciso di mettere un post su Instagram contro di loro, mostrando la foto della sua piccola circondata da tubi e macchinari.

BASTA MANDARE A SCUOLA I VOSTRI FIGLI MALATI
Questo è il suo disperato appello, diventato virale sui social.




Quindi  è giusto mandare a scuola i bambini anche quando hanno un leggero raffreddoro o qualche linea di febbre? La rabbia di questa madre ha riaperto il discussione.
La scuola non e' un parcheggio o un alternativa alla baby sitter quando i genitori non sono a casa. 
Molti genitori non hanno a disposizione nonni, zii e parenti e non possono astenersi dal lavoro, ma molti non trovano il tempo o non vogliono occuparsi dei figli ammalati anche avendone la possibilità.

I bambini vanno tenuti a casa se ammalati, prima cosa per tutelare i bambini più fragili e seconda cosa per se stessi. Non è bello sapere che tuo figlio è a scuola e non si trova in condizioni ottimali.

Nessun commento:

Posta un commento

Napoli, disoccupata con 4 figli non ha soldi per pagare il medico e gli dona una collanina: lui le trova un lavoro

  "Io di mortificazioni campo tutto il giorno, ma questo lo dovete accettare". Con questa frase Anna ha saldato il "conto&quo...