domenica 24 novembre 2019

IL LATTE MATERNO CONTIENE UNA MOLECOLA CHE SCONFIGGE 40 TIPI DI CANCRO



Scoperta nel latte materno una molecola che sconfigge 40 tipi di cancro

Il suo nome è Hamlet, ed è l’acronimo di Human Alpha-lactalbumin Made Lethal to Tumor Cells. Sostanza capace di distruggere fino a
40 tipologie di cellule tumorali. L’ Hamlet si trova nel latte materno umano.

L’allattamento è il dono più bello che una mamma possa fare al proprio bambino. I benefici del latte materno sono innumerevoli, è risaputo. Ultimamente, l’esperienza scientifica ha puntato i riflettori sull’allattamento e la sua benefica influenza sul microbioma neonatale.
Nessuno, però, avrebbe mai potuto immaginare le ulteriori risorse del latte materno che sfociano anche in un ambito oncologico. Catharina Svanborg, componente dell’ Accademia reale svedese delle scienze, è stata la leader della ricerca all’interno della Lund University. Questa scoperta eccezionale è stata presentata lo scorso 7 Aprile a Firenze nel corso del Simposio Internazionale sull’allattamento.

I risultati dello studio sono stati pubblicati su The New England Journal of MedicineNature Reviews Gastroenterology e Proceedings of the National Academy of Sciences.
La scoperta è avvenuta casualmente: obiettivo iniziale della ricerca era di individuare le proprietà antibiotiche naturali dell’ Hamlet. In realtà, la ricercatrice svedese, si è accorta che una sezione del latte materno inducesse alcune cellule tumorali ad andare in apoptosi. Semplicemente, l’ Hamlet induceva il suicidio delle cellule maligne.
Infatti, è stato definito “complesso antitumorale”. Acido oleico con proteina alfa-lattoalbumina rappresentano il composto capace di uccidere 40 e più tipologie di cellule tumorali in vitro.
Il complesso Hamlet si inserisce all’interno delle membrane delle cellule tumorali, raggiungendo così il nucleo (sede del DNA). Nel nucleo, il complesso si accumula e impedisce al DNA di riprodursi. Questo meccanismo blocca la crescita cellulare e, contemporaneamente, la diffusione del tumore.


Questa sostanza, inizialmente testata in vitro, è stata utilizzata nelle cellule tumorali dei topi e, successivamente, dell’uomo. Le cellule “uccise” dall’Hamlet erano cellule tumorali cerebrali, vescicali ed intestinali (tumore al colon).
Addirittura il complesso Hamlet, in sinergia con molecole di acqua, potrebbe prevenire (in soggetti geneticamente predisposti) l’avanzamento del tumore. Questo, però, è avvenuto sulle sperimentazioni animali. Sull’uomo, l’azione del complesso Hamlet è stata positiva sulle cellule dei papillomi cutanei e su quelle della vescica.
Dovranno, comunque, essere condotti studi più approfonditi a riguardo. È sicuro, però, che il complesso Hamlet inizierà ad essere commercializzato. Si tratta di una ricerca importantissima per il futuro della medicina, soprattutto per la scoperta fortuita. La strada da percorrere è tanta, ma anche in questo caso sono state confermate le innumerevoli potenzialità del latte materno.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambina di 12 anni stuprata durante il lockdown da tre uomini: erano ospiti della sua famiglia nella loro casa a Fondi

  Una  ragazza di 12 anni  è stata  violentata  ripetutamente da  tre uomini  durante il  lockdown . I tre, tutti di nazionalità indiana cos...