giovedì 12 novembre 2020

Migranti, gommone affonda in mare. Tra le vittime Joseph, un bimbo di sei mesi




Gommone affonda in mare, 6 vittime , anche un neonato di 6 mesi.

Un tragico naufragio di migranti avvenuto oggi a circa 30 miglia a nord delle coste libiche di Sabratha. Il gommone cercava di dirigersi vero l'Italia ma è affondato per il numero ampio di persone a bordo. Sono stati soccorsi da volontari di Open Arms unica nave impegnata nell'attività di ricerca di migranti che fuggono dalla Libia.


I volontari si sono trovati di fronte una «complicatissima operazione di soccorso»: il gommone, dice infatti Open Arms, con a bordo circa cento persone tra le quali alcuni bambini e donne incinte, «aveva ceduto e le persone erano già tutte in acqua, prive di salvagente e di dispositivi di sicurezza». Secondo la Guardia Costiera il cedimento è avvenuto durante le operazioni di soccorso.



Il video del naufragio è stato diffuso dall'Ong Spagnola che ritrae quel che resta del gommone e decine di migranti appoggiati a due grandi galleggianti di salvataggio lanciati in mare dai soccorritori. 


«Sono 5 le persone decedute per ora, i bambini sono a bordo» ha comunicato subito dopo l'operazione la Ong su Twitter. Ma poche ore dopo ha dovuto rettificare il conto. «Era un bimbo, si chiamava Joseph e veniva dalla Guinea. R.I.P», scrive Open Arms su Twitter dopo che inizialmente aveva parlato di una bambina di sei mesi tra le vittime.




Nessun commento:

Posta un commento

Ragusa, in carcere l’uomo che aveva ritrovato il neonato nella spazzatura, è il padre

S volta nelle indagini sul bambino abbandonato nella spazzatura.