giovedì 11 febbraio 2021

Immerge il figliastro nell’acqua bollente per punizione: bimbo di due anni muore ustionato






Ha gettato il bambino di 2 anni in una vasca bollente dopo aver avuto una discussione.

Una matrigna ha deciso di punire il piccolo in modo decisamente barbaro per una discussione avuta con lui. La donna, che vive in Giordania, avrebbe litigato con il bimbo in modo acceso, poi per punirlo ha riempito una vasca di acqua bollente e lo ha immerso dentro.


La matrigna avrebbe dovuto prendersi cura dei figli di suo marito di 4 e due anni. Il piccolo però avrebbe fatto dei capricci così i due hanno discusso in modo animato. 


A quel punto la donna ha deciso di "vendicarsi": ha versato acqua bollente nella vasca da bagno e ha messo dentro il bambino indifeso. Quando il piccolo ha iniziato a urlare, lo ha tolto dall'acqua per portarlo in un ospedale spiegando che si era trattato di un incidente.


I medici hanno fatto il possibile per salvare la vita al piccolo, ma le ustioni erano troppo gravi e dopo due settimane è morto. Non sarebbe stata la prima volta che la donna commetteva abusi sui bambini, in altre occasioni li avrebbe picchiati o puniti in modo violento. 


Dopo due anni di processi per la matrigna è arrivata la sentenza definitiva, come riporta il Sun, ed è stata condannata a 20 anni di carcere. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nicola Tanturli, dubbi a Chi l'ha Visto?. «Il bambino era pulitissimo, perché l'allarme dopo 9 ore?»

  Nicola Tanturli , il caso della scomparsa del bimbo di 21 mesi che per 31 ore ha tenuto tutti in apprensione è stato ricostruito a  Chi l&...