mercoledì 10 marzo 2021

Edith uccisa a 2 anni, sotto choc la mamma che ha assassinato la figlia: «Dov’è la mia piccola? Cosa le è successo?»


 


«Dov’è Edith? Cosa le è successo?». 



Sono queste le parole di Patrizia Coluzzi la 41enne di Cisliano che ha ucciso la figlia di appena 2 anni probabilmente come vendetta verso il marito. La donna avrebbe ucciso la piccola con diferse ferite da taglio, lasciando in casa diversi biglietti per motivare il suo gesto e poi provando ad uccidersi con ferite superficiali.



Patrizia subito dopo l'omicidio ha chiamato il marito a cui ha detto che non avrebbe più dovuto preoccuparsi perché Edith non c'era più. Oggi c'è l'interrogatorio per la conferma dell'arresto, dopo che la donna è stata portata ieri al carcere di San Vittore.  In casa gli inquirenti hanno trovato diversi messaggi della donna: «Scusa piccola ma non potevo permettere che restassi nelle sue mani sola», scritto un un biglietto messo sopra alla specchiera del letto, ma ce ne sono altri dicei. Due hanno solo scarabocchi, altri sono rivolti ai sui gemelli, figli avuti da un altro matrimoni, uno rivolto alla piccola Edith: «L’ultimo viaggio con te piccolo amore indifeso. Scusa», uno verso l’ex marito: «Eravamo così belle per te stasera e un’altra volta ci hai abbandonato». E infine l’ultimo biglietto: «Affonda la lama. Ormai non ci farai più male».





 

Gli inquirenti hanno trovato sul pavimento cinque coltelli e un taglierino dalla lama sottile. Sul letto la piccola Edith che sembrava dormire ma che in realtà era morta, probabilmente soffocata dalla mamma. Il delitto potrebbe essere nato come vendetta verso il marito di Patrizia che lo scorso gennaio aveva chiesto la separazione dalla donna. Poco prima del delitto la mamma di Edith aveva videochiamato l'ex dicendogli «Allora vuoi proprio farle del male?». Poi gira la telecamera verso di sé e si mette a urlare: «Non vuoi proprio capire un ca....!». Solo ore dopo fa un'altra chiamata in cui dice: «Sei libero, sei libero. Ora puoi dedicarti al tuo bar, alle tue cazzate. Edith non c’è più».





 

Oggi la donna verrà nuovamente interrogata, come riporta il Corriere della Sera, anche se ancora sembra essere sotto choc. Sembra essere sempre più probabile che a spingere la 41enne verso l'omicidio sia stato il desiderio di vendetta verso l'ex. Secondo le prime analisi infatti sembrerebbe dominare il desiderio di vendetta sul dolore della perdita. Ad avvalorare la tesi un altro messaggio trovato in casa di Patrizia: «Scusate non sono abbastanza forte, non riesco a tollerare un altro abbandono da chi aveva promesso di proteggermi e invece mi ha fatto del male. Non ce la faccio».

Nessun commento:

Posta un commento

Il marito si suicida dopo aver saputo che il bambino che aspettavano è una femmina: 23enne muore di crepacuore

   Il  marito si uccide  dopo che lei  partorisce una figlia femmin a e  muore di crepacuore .