sabato 17 aprile 2021

Muore a 7 anni dopo aver toccato una luce in un pub, condannato il titolare





Tocca le luci di un pub e muore fologorato. Il piccolo Harvey Tyrrell ha subito uno shock fatale al King Harold di Romford, a est di Londra, dopo aver toccato le luci esterne del locale.

Il bambino di appena 7 anni non è riuscito a sopravvivere alla forte scarica ed è morto poco dopo.

 


 

A finire sotto accusa è stato il titolare del pub, David Bearman, 73 anni, di Hornchurch nell'Essex, che proprio oggi è stato condannato per omicidio colposo aggravato dalla negligenza. Le luci, infatti, come riportato anche dalla stampa locale, sarebbero state installate male e questo ha causato il cortocircuito rivelatosi fatale per il bambino. Condannato anche l'elettricista che aveva svolto i lavori sull'impianto. L'elettricista, ovvero il cognato 74enne di Bearman, Colin Naylor, è stato condannato ad un anno dopo è stato ritenuto colpevole di non aver assolto un dovere ai sensi della legge sulla salute e sicurezza sul lavoro.


 

Sconvolti dalla perdita i genitori del bambino che a distanza di due anni e mezzo dalla terribile tragedia ancora non riescono a superare il lutto. Una loro dichiarazione è stata letta nel corso del processo, dove la madre ha voluto far sapere di essere sempre stata molto orgogliosa del suo bambino. 

Nessun commento:

Posta un commento

Bimbo giù dal balcone, la babysitter «deve essere processata». Per i periti non c'è vizio di mente

  Monica Santi, la babysitter carpigiana che il 31 maggio a Soliera, in provincia di Modena, ha gettato dalla finestra il bambino di 13 mesi...