venerdì 28 maggio 2021

Eitan è sveglio. Le sue prime parole: «Dove sono mamma e papà»


 


Il piccolo Eitan si è svegliato e ha parlato con la zia. 





Il bambino di 5 anni sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone grazie all'abbraccio del padre che lo ha protetto, sta meglio. Il piccolo, unico superstite della tragedia, ha potuto parlare proprio con la zia, l'unico parente che gli è rimasto al mondo, chiedendo di mamma e papà.

 



 

È sveglio e ogni tanto chiede dei suoi genitori il piccolo Eitan Accanto a lui la zia, che gli resta sempre vicina. Per quanto riguarda le sue condizioni di salute, sono definite stabili dai sanitari ma la prognosi rimane riservata. Il torace, infatti, è ancora contuso e la situazione addominale non permette ancora di rialimentarlo. Per questa ragione il bimbo resterà in Rianimazione ancora qualche giorno.

 




Le sue condizioni sono quindi in miglioramento, come fa sapere la Città della Salute di Torino, specificando che, dal punto di vista clinico, è sempre in prognosi riservata. Anche se cosciente, il bimbo ha riportato un grave trauma toracico, addominale e diverse fratture agli arti, alcune delle quali molto gravi. Il più grande trauma però per il bimbo è quello psicologico, visto che ha perso tutta la sua famiglia, per questo è circondato da un team di psicologi che lo stanno assistendo in questa fase così delicata.





Sono stati proprio loro a far sì che la zia fosse accanto a lui quando si è svegliato. Il piccolo si trova ancora nel reparto di Rianimazione ma i medici hanno fatto sapere che potrebbe essere ttrasferito a breve nel reparto di degenza dove continuerà le terapie. Dovrà comunque sottoporsi ad altri esami viste le condizioni ancora molto gravi.

Nessun commento:

Posta un commento

Ancona, bimbo di 5 anni si sporge dal balcone per salutare la mamma e precipitata dal primo piano

  Un bimbo dell'età di 5 anni è caduto dal balcone dell'abitazione di famiglia al primo piano di un palazzo in via Sorrento a Marzoc...