venerdì 11 giugno 2021

Coldiretti: un bimbo su tre è in sovrappeso. Le chiusure hanno influito


 


Quasi un bambino italiano su tre (30%) è obeso o in sovrappeso con una tendenza aggravata dalla pandemia. 



I lunghi periodi trascorsi in casa, in particolare per la chiusura a più riprese delle scuole, hanno portato ad aumentare il consumo di cibi spazzatura e bevande zuccherate e a ridurre l'attività fisica, con più ore passate davanti alla tv e al pc. E' quanto emerge da un'analisi della Coldiretti.



Secondo la Coldiretti, che ha diffuso l'analisi in occasione della Prima festa dell'educazione alimentare nelle scuole, i lockdown e le misure di prevenzione hanno impattato in modo rilevante sulla salute dei minori ancor più che sugli adulti, che sono riusciti invece ad assorbire meglio i problemi causati dalla permanenza forzata tra le mura domestiche.



Il risultato, secondo uno studio dell'Università di Buffalo in collaborazione con l'Università di Verona, è che bambini e adolescenti si sono trovati a consumare un pasto in più, spesso a base di cibi spazzatura e bibite gassate, ad aver ridotto il consumo di frutta e verdura, incrementando di 5 ore il tempo passato davanti allo schermo tra televisione, internet, videogiochi e didattica a distanza.



Ridotta anche l'attività fisica, soprattutto per i minori che vivono nei grandi centri urbani e che nella maggior parte dei casi non hanno avuto a disposizione lo "sfogo" di un giardino o uno spazio verde. Con l'isolamento indotto dal Covid, a preoccupare sono anche i 2,3 milioni di adolescenti che si trovano a fare i conti con i disturbi dell'alimentazione, in una situazione che la pandemia ha sicuramente contribuito a rendere più grave.

Nessun commento:

Posta un commento

Elena Del Pozzo, il video della madre Martina Patti che corre al campo per scavare la buca

  La buca che ha accolto il corpo di Elena Del Pozzo, la bambina di 5 anni Mascalucia uccisa con 11 coltellate e poi fatta ritrovare dalla m...