martedì 3 maggio 2022

Bonus gravidanza 2022: tutte le agevolazioni senza isee





Quali agevolazioni possono richiedere le donne in gravidanza?

Nella Legge di Bilancio 2022 e negli ultimi provvedimenti governativi sono stati inseriti nuovi bonus gravidanza 2022 che possono richiedere tutte le neo mamme, a prescindere dal fatto di aver messo al mondo un bambino, di averlo adottato o preso in affidamento.

Il bonus gravidanza 2022, infatti, consiste in un pacchetto di agevolazioni che si rivolgono a tutte le mamme con figli a carico e si possono richiedere con o senza ISEE, in base alla normativa che regola ogni misura.

Se sei una mamma, o sei in dolce attesa, hai diritto ad almeno cinque bonus gravidanza 2022: quali sono e come si richiedono? Ecco una guida completa sulle agevolazioni e i bonus per le future mamme: a chi spettano, quali sono gli importi e come si possono richiedere (anche senza ISEE). Tutti i dettagli!

Bonus gravidanza 2022: come funziona?

Che cosa si intende per “bonus gravidanza”? Questa espressione non indica una sola agevolazione per le future mamme, bensì un pacchetto di aiuti a sostegno delle donne in dolce attesa, oppure di tutte quelle donne (o quei genitori in generale) che hanno deciso di prendere in adozione o in affidamento un bambino.


I bonus gravidanza sono stati ridimensionati dall’arrivo del nuovo assegno unico e universale, che è stato introdotto a partire dal 1° gennaio 2022 con decorrenza dal 1° marzo.

E infatti, a partire da tale data non è stato più possibile richiedere alcune delle agevolazioni e dei bonus gravidanza che si potevano ottenere in passato: parliamo, per esempio, del bonus mamma domani (o premio alla nascita), del bonus bebè (o assegno di natalità), del bonus baby sitter, e persino degli assegni familiari.

Rimane confermato per tutto il 2022 il bonus asilo nido, che spetta ai genitori di bambini da zero a tre anni. Ma torniamo ai bonus gravidanza 2022 e cerchiamo di capire quali sono le agevolazioni che possono ottenere le future mamme.

Bonus gravidanza 2022: elenco delle agevolazioni per le mamme

Ci sono almeno cinque agevolazioni che rientrano nei cosiddetti “bonus gravidanza 2022” e che ogni futura mamma dovrebbe conoscere: quali sono? 


Nella maggior parte dei casi si tratta di bonus da richiedere anche senza ISEE; molte agevolazioni si rivolgono, inoltre, alle mamme che hanno adottato o preso in affidamento un bambino.

Ecco l’elenco completo dei bonus gravidanza 2022:

  • Assegno unico e universale, a partire dal settimo mese di gravidanza;
  • Bonus maternità dai Comuni / congedo di maternità INPS, per 5 mesi;
  • Bonus asilo nido, per i primi 3 anni di vita del bambino;
  • Agevolazioni e detrazioni per le spese/visite mediche;
  • Esenzione dal pagamento del ticket sanitario.

Analizziamo nel dettaglio tutti questi bonus gravidanza per scoprire come funzionano e come si possono richiedere.

Bonus gravidanza 2022: assegno unico a tutte le mamme!

Partiamo proprio dalla novità più attesa del 2022: dal 1° marzo sono iniziati i pagamenti del nuovo assegno unico e universale. In che cosa consiste?


Grazie all’assegno universale, tutte le donne in gravidanza (a partire dal settimo mese) e con figli a carico fino a 21 anni – comprese anche le mamme che hanno preso in adozione o affidamento un bambino – possono ottenere un bonus mensile variabile dall’INPS. 

Non è importante l’occupazione lavorativa dei genitori: tutti possono ottenere l’assegno, senza alcuna distinzione a livelli professionale e lavorativo. Anche i titolari del reddito di cittadinanza e i genitori disoccupati hanno diritto a questa agevolazione.

L’importo dell’assegno unico varia al variare del reddito complessivo della famiglia, ma l’agevolazione può essere richiesta anche senza ISEE: in quest’ultimo caso, alla mamma spetterà un bonus dal valore minimo. Si passa da 50 euro al mese per i redditi alti, fino a 175 euro al mese per i primi due figli per i redditi più bassi. Sono poi previste maggiorazioni e ulteriori bonus quarto figlio.


Si può ancora presentare la domanda per ottenere questa agevolazione che rientra tra i bonus gravidanza 2022: per farlo, basta semplicemente collegarsi al sito web dell’INPS autenticandosi con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS; compilare l’apposito modulo, e inviare la richiesta.

Bonus gravidanza 2022: maternità dai Comuni fino a 1.700 euro

Un’altra agevolazione per le future mamme che possiamo far rientrare nei bonus gravidanza 2022 è il bonus maternità. Non stiamo parlando del congedo di maternità previsto dall’INPS per le donne in dolce attesa per un periodo di cinque mesi, bensì di un bonus maternità che viene erogato dai Comuni alle donne che non hanno i contributi necessari per ottenere il sostegno statale.

Le donne disoccupate (che non possiedono i contributi per ottenere il beneficio dell’INPS), ma anche tutte le future mamme che possiedono un reddito inferiore a 17.747,58 euro (per il 2022), hanno diritto a ricevere un bonus maternità dal proprio Comune. 


L’importo previsto per questa agevolazione è pari a 354,74 euro al mese per un massimo ci cinque mesi, ovvero un assegno da 1.773,65 euro erogato in un’unica soluzione.

La domanda per questa nuova agevolazione deve essere presentata al proprio Comune di residenza entro i sei mesi successivi alla data del parto. Invitiamo i lettori a consultare tutti i dettagli su questo bonus maternità dai Comuni nei nostri articoli dedicati.

Bonus gravidanza 2022: fino a 3.000 euro per pagare l’asilo nido

Nonostante l’introduzione dell’assegno universale, anche nel 2022 le donne in gravidanza o con figli a carico di età inferiore ai 3 anni possono richiedere il bonus asilo nido. In che cosa consiste?

Questa agevolazione permette a tutte le mamme di ottenere un assegno mensile per ciascuno dei primi tre anni di vita del bambino: con tale bonus è possibile sostenere le spese relative alla retta scolastica dell’asilo nido per le mensilità richieste.


Come previsto per l’assegno universale, anche il bonus asilo nido ha importi variabili al variare dell’ISEE: il minimo – previsto per i redditi più alti o per le richieste del bonus senza ISEE – è fissato a 1.500 euro; mentre l’importo massimo – per i redditi più bassi – è pari a 3.000 euro all’anno.

Bonus gravidanza 2022: agevolazioni fiscali per le mamma

Passiamo ora alle agevolazioni fiscali riservate alle future mamme, che possiamo inserire all’interno del pacchetto di bonus gravidanza 2022.

La dolce attesa è uno dei periodi più belli e memorabili per una donna, ma il sostenimento delle spese relative a tutte le visite necessarie per monitorare l’avanzamento della gravidanza (ecografie o eventuali medicinali), possono arrivare a cifre molto elevate.

Per tale motivo le donne in gravidanza possono godere di alcune detrazioni fiscali relative alle visite mediche o alle eventuali medicine acquistate.


Per poter godere della detrazione sulle spese mediche fino al 19%, è bene conservare tutti gli scontrini relativi ai medicinali acquistati e le eventuali fatture sulle visite specialistiche. Ogni anno, tutte queste spese vanno inserite nella dichiarazione dei redditi per ottenere un rimborso da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Il limite massimo di detrazione annuale per le spese mediche concessa alle donne in gravidanza è pari a 6.197,48 euro.

Bonus gravidanza 2022: esenzione ticket sanitario

Infine, per tutto il periodo di gravidanza, le future mamme hanno diritto anche all’esenzione dal pagamento del ticket sanitario per una serie di servizi: visite ostetrico-ginecologiche, corsi di accompagnamento alla nascita, assistenza al puerperio, e altre tipologie di visite indicate nei Lea 2017-Sezione B.

Nessun commento:

Posta un commento

L'allarme dell'OMS sugli sciroppi per la tosse dopo la morte di 66 bambini. Cosa succede?

Scatta l' allarme  dell'Organizzazione mondiale della Sanità. Dopo la morte di ben 66 bambini in Gambia, l'Oms ha aperto un'...