sabato 30 luglio 2022

Lilia, uccisa a 9 anni con una coltellata mentre giocava sotto casa: arrestato il presunto killer


 


La comunità di Boston, una cittadina di 30mila abitanti nel Regno Unito, è stata scioccata dal terribile omicidio che ha coivolto Lilia Valutyte, una bambina di 9 anni uccisa con una coltellata mentre giocava con la sorellina davanti casa. 



Un dramma senza spiegazioni, che ha innescato l'immediata caccia al colpevole. La polizia del Lincolnshire ha individuato un sospettato grazie all'aiuto delle telecamere a circuito chiuso e ha diffuso le immagini, chiedendo aiuto a chiunque dovesse avvistarlo. Sabato pomeriggio l'uomo è stato arrestato e portato subito in centrale per l'interrogatorio.



«Non stiamo cercando nessun altro sospettato al momento. L'arresto è stato possibile grazie alle informazioni di intelligence e alle segnalazioni dei cittadini», ha comunicato la polizia. «Abbiamo fermato un uomo di 22 anni. Le indagini sono in una fase molto delicata. La città continuerà a essere pattugliata molto attentamente nelle prossime ore», la comunicazione delle forze dell'ordine.



L'omicidio è avvenuto giovedì 28 luglio, intorno alle 18.15. Al momento non sono stati trovati testimoni. «La bambina stava giocando per strada con la sorella più piccola, quando è stata uccisa. Erano fuori di casa con alcuni giocattoli. Sono sicura che la madre non fosse lontana, perché le controllava sempre. Era una ragazza molto tranquilla e proprio non riesco a capirlo», le parole di una vicina riportate dal Telegraph.

Nessun commento:

Posta un commento

Mamma scuote con violenza il figlio neonato, provocandone la morte: condannata a 7 anni. «Ha agito per stanchezza»

  Avrebbe ucciso suo figlio, neonato di appena un mese, con una tale violenza da procurargli traumi fatali alla sua sopravvivenza.