mercoledì 3 agosto 2022

Nicolò morto a due anni, ipotesi droga. L'autopsia conferma: «Arresto cardiaco dopo intossicazione»


 


L'autopsia conferma: il piccolo Nicolò, il bambino di due anni di Longarone (Belluno) morto dopo una gita al parco col papà, è morto per un arresto cardiaco conseguente ad un'intossicazione. 



Il piccolo ha perso la vita all'ospedale di Pieve di Cadore dove era stato trasportato d'urgenza dal padre, ora indagato per omicidio colposo che sosteneva che avesse ingerito qualcosa raccolto al parco.



L'autopsia è stata condotta oggi dall'anatomopatologo Antonello Cirnelli, in attesa che l'indagine tossicologica faccia chiarezza sulla natura della sostanza ingerita dal bambino. Il sospetto degli investigatori è che si tratti di droga.



In particolare, occorrerà verificare se vi sia corrispondenza tra quanto rilevato dall'analisi dei liquidi biologici del piccolo e dei materiali sequestrati dai carabinieri nella casa della famiglia e fatti pervenire al professionista. Si tratta di reperti sulla cui natura vi sono ancora incertezze che saranno chiarite nelle prossime ore. Al momento la Procura della Repubblica di Belluno sta procedendo per omicidio colposo nei confronti del padre del bambino, l'unica persona presente in casa al momento del malore fatale. 

Nessun commento:

Posta un commento

Roma, bambino di 11 anni investito da suv : è in gravi condizioni

  Un bambino di 11 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere stato investito da un suv in via del Torraccio di Torrenova, alla periferia ...