mercoledì 2 novembre 2022

Rovigo, Gianluca muore a 10 mesi dopo una febbre alta: «Sei stato un raggio di sole»




Una voragine di dolore pari all'amore che nella sua tragicamente breve esistenza era riuscito a catalizzare su di sé: il piccolo Gianluca non aveva ancora raggiunto un anno di vita, quando si è spento, il 25 ottobre scorso, ad appena 10 mesi, mentre si trovava all'ospedale di Rovigo. 


Un episodio acuto di febbre che si è innestato su un quadro peculiare e che ha reso vani i disperati tentativi del personale medico di salvare la sua vita, che si è interrotta così presto. «Sei stato un raggio di sole», lo straziante saluto della famiglia.


Ieri il funerale nella chiesa del Duomo strapiena di amici e di persone che hanno conosciuto anche se per poco il neonato. “Ha vissuto il più possibile - racconta ancora sotto shock papà Gabriele - lo portavamo agli incontri con i nostri amici, aveva sempre un sorriso spettacolare e una sensibilità che anche se era tanto piccolo traspariva”.


 


Il piccolo rodigino, che viveva con la sua famiglia nel quartiere Tassina, soffriva di un ritardo di crescita, ma da tempo era in cura per curare la problematica alla base di questo difetto di crescita.



Nessun commento:

Posta un commento

Choc a scuola a Latina, ragazza di 12 anni cade dalla finestra del primo piano: è in codice rosso

  Paura questa mattina in una scuola media di Latina. Un'eliambulanza è atterrata poco dopo le 10 nell'area verde che si trova vicin...