domenica 8 gennaio 2023

I genitori tacciono quando il figlio appena nato non assomiglia a nessuno di loro. Settimane dopo scoprono perché





Diventare genitori ti cambia la vita per sempre.

Devi assicurarti di insegnare a un piccolo individuo tutto ciò che puoi e molto altro ancora.

Con il tuo aiuto come guida, lui o lei riceverà gli aiuti e gli strumenti che possono portarli sulla strada che sceglieranno nella vita.

Ma molto prima che possano essere costretti ad affrontare le scelte difficili della vita, molte cose possono accadere nella vita di un bambino,ancora prima che diventino adulti.


Per il piccolo Zander, la vita è iniziata in modo a dir poco diverso.

Quando mamma Hannah ha dato il benvenuto al mondo al suo piccolo figlio, lei e il suo compagno hanno notato qualcosa di strano.

Il loro bambino non assomigliava a nessuno di loro – per niente.

Così mamma Hannah ha chiesto ai medici di indagare sul motivo dietro l’aspetto diverso del figlio.

E il motivo era uno di quelli a cui nessuno in famiglia avrebbe potuto prepararsi, scrive il quotidiano britannico The Sun.

Non c’è niente che non fai come genitore per tuo figlio.

Attraverseresti qualsiasi ostacolo tu possa incontrare, per aiutare tuo figlio.

L’amore incondizionato tra un genitore e un figlio è eterno – non importa quanto tempo passi.


Gli anni possono passare ma l’amore durerà sempre.

Poco più di tre mesi fa, Hannah Doyle è diventata di nuovo madre.

Hannah e il suo compagno non vedevano l’ora di accogliere il loro piccolo fagottino nel mondo ed erano felicissimi quando è arrivato il giorno.

Dopo un parto intenso, i genitori avrebbero visto il loro bambino per la prima volta.


Ma a prima vista, la coppia ha capito che qualcosa non andava con il figlio appena nato.

Il bambino non assomigliava a nessuno dei suoi genitori.


C’era bisogno di esami da parte dei medici

Non c’era nemmeno un briciolo di somiglianza con sua madre o suo padre.

Hannah e il suo partner hanno reagito rapidamente al diverso aspetto del figlio e hanno immediatamente consultato il personale medico in loco.

Ma il personale lì ha semplicemente scosso la testa.

Non c’era niente che non andasse con il ragazzino e hanno scacciato via le preoccupazioni dei genitori.


E Hannah e il suo compagno non si sono arresi.

Il loro istinto diceva loro che qualcosa non andava – non andava per davvero.


Dopo molte lamentele , il personale medico ha finalmente accettato di eseguire alcuni test per vedere se i genitori potessero avere ragione.

Il personale si è convinto e ha acconsentito alla richiesta dei genitori, forse proprio per porre fine alle proteste dei genitori.


Ma si è scoperto che l’istinto dei genitori era giusto, scrive il britannico The Sun.

“Pensavo che avesse un aspetto diverso, continuavo a dirlo ai dottori”, dice la madre Hannah.

“Non ci somigliava e aveva degli occhi diversi”.

Settimane dopo la nascita del figlio, la famiglia ha ricevuto la notizia.

Colpito da una malattia rara

Ai raggi X, i medici hanno visto come si fosse accumulata una massa sul piccolo collo del ragazzo.

Si è scoperto che il ragazzo soffriva di una condizione rara, la sindrome da delezione cromosomica.


”La sindrome da delezione 5p, o sindrome Cri-du-Chat, è una malattia genetica legata alla mancanza (delezione) di un pezzo del braccio corto di un cromosoma 5. La sindrome da delezione 5p è caratterizzata da una testa piccola (microcefalia), da basso peso alla nascita, tono muscolare debole (ipotonia) e dalla presenza di malformazioni cardiache, renali o intestinali.”, scrive il sito dell’Ospedale Bambino Gesù.

Alla manifestazione della sindrome : ”Sono presenti un ritardo di grado variabile dello sviluppo psicomotorio e cognitivo e caratteristiche facciali particolari.Spesso i bambini hanno difficoltà nell’alimentazione e la crescita può essere lenta, sia in peso che in altezza.”


La condizione è così rara che ci sono solo un paio di casi noti in tutto il mondo.

Vuole informare altri genitori

Secondo The Sun, la mamma Hannah è entrata in contatto solo con altre due famiglie al mondo che hanno un familiare con questa condizione.

Ma sfortunatamente, la sindrome non è l’unica cosa contro cui il piccolo Zander ora deve combattere.

Il ragazzo ha un difetto cardiaco congenito e un cosiddetto buco nel cuore che necessita di un intervento chirurgico.


Raccontando la storia della famiglia, Hannah ora spera che più persone vengano a conoscenza di questa malattia rara.


“Sta facendo quello che ti aspetteresti da un neonato, non un bambino di dieci settimane, ma è molto felice. Sta bene a modo suo”, dice mamma Hannah.

Nessun commento:

Posta un commento

Vertigini e herpes, mamma 33enne pensa di soffrire di "baby brain" ma riceve la diagnosi choc: «Morta in 6 mesi»

  Una mamma 33enne pensava di soffrire di "baby brain", una condizione che colpisce le donne durante la maternità, scopre di avere...