sabato 23 novembre 2019

Bagnetto: meglio prima o dopo la poppata?



La regola d'oro che abbiamo ascoltato quando eravamo bambini è " dopo mangiato devi aspettare
almeno 3 ore prima di fare il bagno" quando noi desideravamo di correre in acqua a mare. Per fortuna questi bebè non devono rispettare questi imperativi. 

Tra le tante cose da imparare quando una donna diventa mamma, c'è anche il corredo modo di effettuare una corretta igiene quotidiana del bambino. Si ha paura che il bimbo possa scivolare, che si possa scottare o raffreddare. Si ha paura che il bagnetto possa disturbare il processo di digestione, fare il bagnetto subito dopo la poppata potrebbe infastidirlo?


All’interno di una guida del Ministero della Salute si legge che “Non c’è un orario particolare per il bagnetto. In genere è meglio evitarlo quando il piccolo ha appena mangiato o è affamato”.

Perché questa doppia indicazione? Perché può darsi che, immediatamente dopo la poppata, il bebè abbia voglia di stare in braccio ed essere coccolato, oppure che un po’ di aria in pancia lo faccia innervosire. D’altra parte, se è affamato, il bagno sarà accolto da urla e strepiti perché, giustamente, la prima necessità del bambino è sempre quella di sentirsi sazio e nutrito. Se si cerca di forzarlo a fare un bagno sgradito quando ha la pancina vuota, per paura di un blocco digestivo in altri momenti, è possibile che per il bebè il bagnetto diventi un momento fastidioso, a prescindere da qualunque altra variabile.


Non abbiate fretta a metterlo nella vasca subito dopo averlo staccato dal seno, nè fatelo immediatamente prima dell'ultima poppata pensando poi lo metterete subito a nanna. Imparate che un neonato ha tempi digestivi molto rapidi, infatti dovrete cambiarlo quasi sempre pochi minuti dopo la poppata. 


L’ideale – sempre in base al temperamento del bambino e alle vostre abitudini – sarebbe di poter aspettare il momento che il pediatra T. Berry Brazelton identifica come “stato di veglia attenta e vigile” in cui il neonato è aperto e ricettivo, quando le sue urgenze primarie, come mangiare e dormire, hanno già trovato risposta.
Bisogna sempre ricordare, inoltre, che il momento giusto per fare una cosa con vostro figlio… dovrebbe esserlo preferibilmente anche per voi! Se lui è tranquillo, ha poppato ed è ricettivo, ma voi vi sentite stanche, affaticate o magari preferite aspettare che rientri a casa il vostro compagno, se siete sole a casa con il bebè, ascoltate i suggerimenti del vostro corpo e della vostra testa.

Nessun commento:

Posta un commento

Bambina di 12 anni stuprata durante il lockdown da tre uomini: erano ospiti della sua famiglia nella loro casa a Fondi

  Una  ragazza di 12 anni  è stata  violentata  ripetutamente da  tre uomini  durante il  lockdown . I tre, tutti di nazionalità indiana cos...