venerdì 9 aprile 2021

Addio alla piccola Lola, morta a soli due anni per trauma cranico in ospedale: l’indagine della polizia e il tributo della famiglia


 


Lola James, una bambina di soli due anni di Haverfordwest, Pembrokeshire, è morta dopo soli quattro giorni dal suo ingresso in ospedale a causa di un terribile trauma cranico. La polizia fa sapere che due persone sono state arrestati per maltrattamento di minori.



Lola James non ce l’ha fatta a sopravvivere al trauma cranico. È morta a soli due anni, dopo un disperato tentativo da parte di medici e infermieri di rianimarla. Era stata anche trasferita nel reparto di rianimazione intensiva, ma anche questa decisione non è servita a nulla. Questo succedeva nel luglio del 2020 e ha dato vita ad un’inchiesta degli inquirenti intorno al caso.



All’inizio delle inchieste, la polizia locale aveva fatto sapere che due persone erano state trattenute per maltrattamento di minori e incuria. Il coroner Bennet ha mandato le sue migliori condoglianze alla famiglia della vittima, dato che il processo si sta svolgendo per via telematica: “Sono molto triste di non potervi fare le condoglianze di persona”, ha dichiarato Bennet, “Ma voglio farvi presente che vi sono molto vicino a causa della vostra grave perdita”.


Il padre di Lola, Daniel Thomas aveva in precedenza dichiarato: “Dal primo istante che ho incontrato la mia bellissima figlia, Lola Patricia James, il mio cuore si è riempito con una tale gioia, una felicità che non ho mai provato prima, un amore incondizionato e un bisogno di proteggerla sempre per il resto della sua vita”.



“Non avrei mai potuto immaginare”, aveva dichiarato il padre, “che la piccola Lola potesse essere strappata dalla vita così presto e non posso pensare a tutte le cose che avremmo potuto fare insieme: insegnarle a scrivere il suo nome, a guidare una bici o guidare una macchina. Piccola Lola, i tuoi occhi dolci e il tuo sorriso ci mancheranno per sempre”.

Nessun commento:

Posta un commento

Denise Pipitone, spunta una foto di una rom che contattò Polizzi. Il legale di Piera Maggio: «Somiglianza notevole»

  Mattino Cinque  torna sul caso di  Denise Pipitone,  la bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo.