martedì 27 aprile 2021

Mamma uccide i gemellini di 6 settimane e dorme per giorni con i loro cadaveri: «Erano troppo impegnativi»


 


Ha ucciso i suoi due gemellini di appena 6 settimane di vita ed è rimasta con i loro cadaveri nell'appartamento per 4 giorni. 



Danezja Kilpatrick, 23enne del Queens, a New York, è accusata dell'omicidio dei suoi gemellini, Dallis e Dakota Bentley. La donna avrebbe detto di non volere più i suoi figli, per questo motivo aveva scelto di avvelenarli.



Secondo le prime indagini condotte dalla polizia la giovane mamma avrebbe avvelenato i figli mettendo sostanze tossiche nel biberon, li aveva immersi nell'acqua calda, fino poi ad ucciderli. Il piccolo Dallis è stato trovato in una culla con un coltello che sporgeva dal collo mentre la bambina è stata trovata in un sacco della spazzatura di plastica sotto il lavello della cucina. I corpi dei gemelli sono stati trovati giovedì nell'appartamento al quinto piano nel quartiere di Woodside dalla polizia che stava effettuando un controllo dopo aver ricevuto una segnalazione da una parente della donna.





 

Secondo i primi rilievi pare che i bambini fossero morti ormai da qualche giorno. Quando la donna ha fatto entrare gli agenti ha subito ammesso di aver fatto del male ai figli, giustificandosi dicendo che non aveva più voglia di fare la mamma. La 23enne ha dichiarato di non sapere chi fosse il padre dei bambini e che era molto stanca per dover badare ai neonati completamente da sola. Ora la donna è in carcere con l'accusa di duplice omicidio. 

Nessun commento:

Posta un commento

Denise Pipitone, spunta una foto di una rom che contattò Polizzi. Il legale di Piera Maggio: «Somiglianza notevole»

  Mattino Cinque  torna sul caso di  Denise Pipitone,  la bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo.