giovedì 15 aprile 2021

Mia, 8 anni, rapita dalla casa della nonna: arrestati tre presunti rapitori, ma la bambina ancora non si trova


 


tre uomini sospettati di aver rapito la piccola Mia martedì mattina nei Vosgi, in Francia, sono stati arrestati oggi nella regione di Parigi. 



La bambina e sua madre - che non poteva vedere la figlia in affido dai nonni - non sono ancora state trovate. Lo riporta le Parisien che parla di un piccolo passo che potrebbe essere fondamentale ritrovare la piccola Mia, otto anni e rapita martedì sera mentre era con la nonna in un piccolo paese vicino a Saint -Dié-des-Vosges (Vosges). I tre uomini sospettati di aver rapito la ragazza mentre si fingevano rappresentanti della tutela giudiziaria dei giovani sono stati arrestati giovedì dagli inquirenti della gendarmeria. Sono stati rinviati in custodia cautelare. 



Il dispositivo di allerta per i rapimenti, con la diramazione di tutti i dati riguardanti la bimba, è stato attivato ieri per «Mia Montemaggi, occhi castani, capelli castani lunghi con frangia». Il pubblico ministero di Epinal, Nicolas Heitz, ha spiegato che la bimba era stata affidata alla nonna materna dal giudice dei minori e che potrebbe essere in fuga la mamma ventottenne, che non era autorizzata a vederla da sola. Il dispositivo di allerta fornisce la descrizione della madre e dell'auto sulla quale potrebbe viaggiare e invita a non intervenire nel caso qualcuno identificasse la bimba ma a chiamare la polizia. 






 

Secondo i primi elementi dell'indagine, Mia potrebbe essere stata consegnata alla madre, Lola Montemaggi, assente da casa sua mercoledì e introvabile in questa fase. A metà gennaio aveva dichiarato di voler partire in camper con l'ambizione di andare "sotto i radar dell'azienda", sempre nelle parole di Nicolas Heitz. La madre ha rifiutato "ogni collaborazione con i servizi educativi e voleva vivere ai margini della società".

Nessun commento:

Posta un commento

Denise Pipitone, spunta una foto di una rom che contattò Polizzi. Il legale di Piera Maggio: «Somiglianza notevole»

  Mattino Cinque  torna sul caso di  Denise Pipitone,  la bambina scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo.