lunedì 17 maggio 2021

Denise Pipitone, la guardia giurata a "Storie italiane": «Dovevo fermare quella bimba a Milano, ma non ho potuto»


 


Felice Grieco, la guardia giurata che nell'ottobre del 2004 avvistò per l'ultima volta a Milano una bambina molto simile a Denise Pipitone, torna a parlare a “Storie italiane” condotto su Rai Uno da Eleonora Daniele.



Anche secondo Felice Grieco, il rapimento di Denise Pipitone non può essere stato commesso solo da Anna Corona e Jessica: “E’ ovvio – ha spiegato a “Storie italiane” - che non hanno fatto tutte da sole, ci deve essere stata una regia. Per poter fare quello che hanno fatto hanno dovuto avere l’appoggio di qualcuno, a meno che quel giorno la bambina si è trovata smarrita nel vicolo e un passante se l'è presa e l’ha portata via”.

Grieco ha un grande senso di colpa “La dovevo fermare, mi sarei tolto ogni dubbio. Chiesi di inventare una scusa per poterlo fare, mi dissero di no. Ero nervoso, non sapevo come agire. Se l’avessi bloccata e non era lei sarei finito nei guai”.





Arrivata la polizia è cominciata, forse tardi, la ricerca della bambina: “Quando è arrivata la pattuglia chiedendomi dove di trovasse la bambina gli ho fatto presente che, dato il tempo passato, il gruppo era andato via. Chiesi alla poliziotta se le potevano interessare i filmati che avevo fatto e glieli ho mostrati. Lei è sbiancata  e ha invitato per radio i colleghi a fare controlli a tappeto, ma tutto il gruppo era sparito senza lasciare traccia”.

Felice Grieco ha subito anche conseguenze: “Per il video ho subito perquisizioni a casa, il sequestro di tutto il materiale informatico…”.

Nessun commento:

Posta un commento

Caso Denise Pipitone: l'ex pm di Marsala Maria Angioni indagata per false dichiarazioni

  Maria Angioni, l'ex pm di Marsala che indagò sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina sparita l'1 settembre del 2...